Blog

Esercitazione Difensiva: Elastico difensivo. Lettura della palla scoperta – coperta. Situazione di gioco di 3v2 e 1v1

L’esercitazione si svolge su metà campo, prolungando le linee laterali dell’area di rigore.
Giocatori necessari: 7 più portiere ma consiglio di lavorare con dei cambi
Lavoriamo con la difesa a 4. Mister in possesso di palla in prossimità del cerchio di centrocampo e 1 attaccante posizionato sulla trequarti. Il mister gioca palla rasoterra per l’attaccante che si muove leggermente sul corto
La difesa non può anticipare ed esce in pressione col difensore centrale logicamente più vicino. I compagni di reparto danno le reciproche coperture, orientati sempre coi piedi verso la palla. L’attaccante, giocando obbligatoriamente a 2 tocchi, scarica poi per il mister che di prima intenzione o a 2 tocchi metterà una palla a parabola in profondità. La difesa, dovrà arrestarsi prima dell’eventuale controllo da parte del tecnico, in quanto se giocasse di prima intenzione verrebbe presa in controtempo. La difesa quindi s’arresta e scappa prestando attenzione a non arrestarsi con una postura “piatta”, coi piedi pari, ma in antero-posteriore, già pronta per scappare. Il difensore più vicino al punto di caduta della palla va a staccare possibilmente di testa con l’obiettivo di respingere la sfera il più lontano possibile. I compagni di reparto dovranno garantire la copertura del compagno che va sul pallone. Respinta la sfera, il mister gioca un secondo pallone su uno dei 2 attaccanti laterali. Chi riceve si unisce alla punta centrale per portare un attacco alla difesa in situazione di 2v3. Esce quindi dal gioco il terzino più vicino all’attaccante laterale; mentre il difensore centrale di zona scala in zona palla. Obiettivo dell’attacco sarà quello di segnare nella porta difesa dal portiere mentre la difesa dovrà recuperare palla in situazione di superiorità numerica e in un secondo momento giocare palla sul mister. Terminata l’azione il mister introduce un ulteriore pallone per l’attaccante laterale che non aveva partecipato al 3v2. Questi andrà all’1v1 con il terzino opposto, ossia il difensore che era uscito dal gioco. Gli altri componenti restano passivi sul terreno di gioco. Le Varianti possono essere:
– Nel 3v2 rimane attivo il terzino più vicino all’attaccante laterale e di conseguenza esce il terzino più lontano. Nell’1v1 andranno quindi ad affrontarsi attaccante e terzino di fascia corrispondente

Clicca qui per vedere l’esercizio in MisterCalcio.com

Articoli Correlati




Comments are closed.