Blog

“LA TECNICA INDIVIDUALE” Il Tiro in Porta

Il calciare la palla costituisce l’elemento base del gioco del calcio e prende il nome di tiro, se il calcio è diretto verso la porta avversaria con lo scopo di segnare una rete (tiro in porta).Tutti i giocatori in campo devono poter concludere i loro attacchi con successo. Ciò presuppone che essi dispongano di una buona tecnica e un’alta precisione di tiro. Dobbiamo comunque essere consapevoli che per segnare le reti il giocatore necessita di ben altre qualità, tra cui troviamo per esempio il rapido intuito della possibilità di tiro, il piacere di poter decidere, come pure il coraggio e la fiducia nelle proprie capacità.

Il tiro in porta, si può definire quindi come l’atto conclusivo nell’impostazione e nella costruzione di un’azione individuale o collettiva che può consentire di raggiungere il fattore principe del gioco stesso: fare goal.
Ci sono alcune componenti dinamiche caratterizzanti il “calciare per segnare”: la traiettoria della palla prima di essere colpita, se in movimento; la traiettoria di corsa della fase d’avvicinamento (rincorsa) del giocatore; la traiettoria della palla colpita.
Dal punto di vista tecnico, cioè rispetto ai modi in cui viene eseguito il gesto, si tira in porta con l’interno ed il dorso (collo) piede, con l’interno dorso e l’esterno dorso piede, più raramente con l’esterno, il tacco  e la punta del piede a seconda della situazione in cui ci si trovi.
I fattori condizionanti la scelta della superficie da usare per l’impatto sono:

  • la distanza dalla porta
  • l’angolazione rispetto alla porta stessa
  • lo stato della palla, se ferma o in movimento
  • la presenza o meno di avversari, portiere compreso

Le principali tipologie di calcio indirizzato verso la porta avversaria, cioè di tiro, sono:

  • da fermo
  • al volo
  • di drop o controbalzo
  • in acrobazia

I fattori fondamentali per una buona riuscita del calcio sono da identificare nel:

  • Piede che calcia, scelta del tipo di calcio
  • Piede d’appoggio o portante
  • Equilibrio sulla gamba portante
  • Punto in cui viene colpito il pallone (al centro, di lato, sotto, sopra, ecc..)

Per quanto riguarda il modo di calciare, secondo la parte del piede con il quale viene colpita la palla si può distinguere in:

  • Calcio di interno piede
  • Calcio d’interno collo piede
  • Calcio di collo piede
  • Calcio d’esterno collo piede
  • Calcio d’esterno piede
  • Calcio con la punta del piede
  • Calcio con il tacco

Riguardo alla traiettoria del calcio possiamo distinguere in:

  • Palloni raso terra
  • Palloni a mezza altezza
  • Palloni alti

Per quanto riguarda la direzione possiamo avere tiri in:

  • Orizzontale
  • Verticale
  • Diagonale  

In ultima analisi, possiamo dire che le tre fasi (contromovimento, fase principale e fase finale) di cui si costituiscono i momenti del calcio, possono essere osservati in ogni tipo di calcio, sia che il giocatore calci da fermo che in movimento senza comunque dimenticare la relazione con le situazioni di gioco (in fase di esercitazione, con l’inserimento di un difensore, otteniamo facilmente delle situazioni simili al gioco reale, ma che devono comunque essere adattate al grado di formazione degli allievi) e comunque l’obiettivo finale, viene raggiunto solo tramite una perfetta pianificazione.

Articoli Correlati





You must be logged in to post a comment.