Blog

Organizzare la difesa a 4 giocatori.

Difesa a zona: concetti fondamentali.Difesa a zona significa mantenere quasi costanti le posizioni dei difensori sul terreno digioco. Inizialmente andremo a dividere il campo in 4 zone di campo.Ogni difensore e’ responsabile della zona di campo assegnatagli; si muove in funzionedella posizione della palla della porta e dell’avversario e deve andare sempre in pressione sull’avversario che entra con il pallone nella propria zona di competenza; fa eccezione la situazione di inferiorità numerica nella quale può venirsi a trovare il reparto difensivo rispetto al fronte d’attacco avversario.E’ importante precisare che difendere a zona non significa non dover marcare ad uomo; infatti nel momento in cui l’avversario entra nella zona di competenza deldifendente quest’ultimo dovrà applicare tutti i principi della marcatura a uomo.Difendendo a zona occorre aver ben chiaro il concetto di palla libera (o scoperta) e quello di palla coperta.

La palla e’ libera quando il possessore ha il tempo e lo spazio per poterla giocare liberamente. La palla libera e’ un messaggio di pericolo; si cerca pertanto di retrocedere tramite un’azione ritardatrice in modo da togliere campo all’avversario e ricercando la concentrazione difensiva. Si retrocede solamente nel caso la difesa sia in inferiorità numerica. Questa azione (retrocedere) si esegue sino ad un punto limite che normalmente corrisponde alla lunetta dell’area di rigore.

La palla e’ coperta quando il possessore non ha invece il tempo e lo spazio pergiocarla e, pressato dall’avversario, deve difendere il pallone dall’interventodell’avversario.  In questo modo si riesce ad ottenere una maggiore copertura tra i difensori poiché ledistanze tra loro sono minori e si permette all’avversario di giocare solo la palla nellospazio davanti alla difesa o solo sulle fasce laterali.Le diagonali difensive.Quando la palla è su uno dei lati esterni del campo, la linea difensiva si schiera in diagonale  palla a destra del fronte di attacco avversario).Tra le varie possibilità di disporsi in diagonale, si può scegliere di schierarsi sutre livelli, col 4° difensore in linea col 3°.Con questo schieramento ogni giocatore da copertura al suo compagno davanti.I punti di riferimento per schierarsi sono la palla e la porta.In questa situazione si libera inoltre una parte di campo non pericolosa (lato debole) che può essere controllata facilmente facendo scorrere rapidamente la linea.La piramide difensiva.Questo tipo di posizionamento rappresenta il modo migliore per fronteggiare unattacco centrale. Quando la palla transita nella zona centrale allora il difensore centrale che orbita nella zona esce ad attaccare il portatore di palla, gli esterni stringono centralmente salendo e l’altro difensore centrale stringe dietro chi attacca palla, formando una vera e propria piramide. L’elastico difensivo.Se il pallone sale velocemente verso la porta avversaria, in conseguenza del rinvio del portiere o di un difensore o perché portato in velocita dagli attaccanti, la linea difensiva deve salire altrettanto velocemente verso la metà campo avversaria approfittando eventualmente della fase in cui il pallone è in volo, nella quale non esiste il pericolo di essere saltati in verticale. L’elastico prevede, una fase di salita fino a quando il pallone è in possesso della propria squadra e/o la palla è in volo o “coperta”;un successivo movimento a scalare velocemente indietro del blocco difensivo con successiva uscita collettiva veloce prima della verticalizzazione del pallone da parte della squadra avversaria.

Articoli Correlati





You must be logged in to post a comment.