Blog

Tattica difensiva individuale

Situazione 1:
Il giocatore A parte in guida della palla e questo costituisce il segnale di partenza anche per il difensore B, che gli corre incontro. Arrivato alla distanza di 1/1,5 metri, egli si ferma mettendosi sul fianco e arretra in corsa laterale/leggermente incrociata. A guida leggermente a destra e a sinistra e B varia la posizione del corpo girandosi al variare della direzione di guida, facendo perno sulla gamba dietro.

Situazione 2:
Questa volta B guida fino a 10/12 metri circa da A, gli trasmette palla con la giusta precisione e potenza e chiude il portatore come sopra, per poi ripetere l’esercizio precedente. Guadagnare spazio verso l’attaccante il più velocemente possibile “finché la palla viaggia”, in quanto mentre viaggia, la palla non è di nessuno e da nessuno può essere giocata. Arrestarsi un istante prima del controllo dell’attaccante, se noi continuassimo la corsa, a lui basterebbe spostare la palla per saltarci.

Situazione 3:
B in questo caso è troppo distante dal ricevente A e non riesce a chiuderlo completamente.
Quindi nell’esercizio, B fa 2/3 metri di guida e poi passa come sopra ad A e, essendo lunga la distanza per quanto vada veloce, non lo riesce a chiudere. B allora arriva fin dove può arrestandosi sempre un attimo prima dello stop, per poi avvicinarsi ulteriormente e chiudere A, una volta che egli parte in guida.

Situazione 4:
Come sopra, ma A ferma la palla e non fa assolutamente nulla e quindi B continua a guadagnare spazio in avanti, dopo un attimo di sosta prima della ricezione. Pertanto se A continua a tenere la palla da fermo, B guadagna spazio fino a che non arriva in chiusura; se A comincia a guidare, idem e poi retrocede chiudendolo; se A passa o lancia prima che lo si possa chiudere, si va dietro la linea della palla a difendere.

Clicca qui per vedere l’esercizio in MisterCalcio.com

Articoli Correlati




Comments are closed.