Blog

TATTICA INDIVIDUALE “Lo Smarcamento”

Un giocatore per poter superare l’opposizione dell’avversario deve avere tecnica e capacità fisiche, ma deve saper muoversi anche tatticamente. E’ stato provato, che un giocatore durante la partita va a contatto con la palla mediamente per il 10% del tempo di gioco, pertanto per il restante tempo egli non è a contatto con essa, quindi, il dominio della tattica è un elemento fondamentale per avere un massimo rendimento sia individuale che collettivo.La tattica e la strategia, si occupano però di un piano più elevato della regolazione dell’azione motoria, e poiché gli aspetti tattici (durante l’allenamento) e strategici (che precedono la partita) entrano in “gioco” prima che il giovane inizi qualsiasi attività motoria, questo significa che fanno parte del mentale, e nell’atleta sono rappresentati dalla voglia costante di prendere il sopravvento sull’avversario.Allora cominciamo ad analizzare alcune delle componenti della tattica individuale sia in possesso palla che in non possesso palla.

FASE DI POSSESSO PALLA:” Lo smarcamento”Lo smarcamento consiste nell’effettuare degli spostamenti atti a liberarsi della marcatura dell’avversario, andando quindi ad occupare spazi del campo liberi permettendo così al compagno con la palla una soluzione di giocata in più.La finalità dello smarcamento è pertanto quella di dare sostegno o appoggio al portatore di palla e affinché il tutto possa riuscire bene occorre:

  • muoversi quando il compagno è in condizione di passare la palla
  • smarcarsi nella zona “luce”, cioè nell’area visiva del compagno in possesso di palla
  • smarcarsi facendo un movimento contrario (finta) a quello che si aspetta l’avversario

E tutto ciò si può realizzare attraverso:

  • cambi di direzione
  • cambi di ritmo
  • andando in appoggio
  • andando in profondità o con movimento di taglio alle spalle dell’avversario
  • in ampiezza rispetto alla posizione dell’avversario.

 

Possiamo concludere dicendo che questo primo elemento di tattica individuale che abbiamo analizzato, possa essere di fondamentale supporto per l’economia del gioco collettivo in fase offensiva. E che in definitiva, lo smarcamento è sinonimo di mobilità, uno dei “principi generali” della tattica e concetto fondamentale per lo sviluppo del gioco.
Per il portatore di palla la staticità dei propri compagni è un aspetto estremamente deleterio e solo attraverso il movimento senza palla è possibile offrirgli più alternative di passaggio, più soluzioni di gioco, in modo da creare, nel contesto di un necessario equilibrio tattico, una sequenza di soluzioni:

  • sostegno al portatore di palla
  • conseguimento della superiorità numerica
  • mantenimento del possesso palla.

Articoli Correlati





You must be logged in to post a comment.