Seduta di Allenamento Precampionato Prima Squadra

2 agosto 2018
Fase difensiva con scivolamenti laterali profondi

Oggi vi racconto la seduta di allenamento precampionato svolta in questi giorni con una squadra di eccellenza, militante nel campionato laziale, con la quale sto collaborando.

Le difficoltà principali alle quali si va incontro nella preparazione pre – campionato nei dilettanti sono diverse.

Dalla disomogeneità del gruppo, alle possibili carenze di mezzi e strutture, alla necessità di dover affrontare partite ufficiali dopo 7 – 10 giorni.

Lo staff sarà quindi immediatamente chiamato a fare scelte intelligenti in sede di programmazione, al fine di iniziare la stagione con efficacia ed entusiasmo.

Gli obiettivi dell’allenamento precampionato

L’allenamento di cui vi parlerò è il quarto dell’inizio della preparazione e si orienta sui seguenti micro-obiettivi da raggiungere per l’aspetto:

  • fisico: potenza aerobica
  • tecnico: migliorare i principali gesti tecnici (trasmissione, ricezione, controllo orientato)
  • tattica individuale: smarcamento
  • fase difensiva: approcci allo scivolamento laterale della linea difensiva e primi movimenti collettivi
  • fase offensiva: principi di attacco allo spazio.

Iniziamo entrando nel dettaglio della seduta elencandovi tutti i punti fondamentali della stessa.

Suddividiamo come di consueto la sessione di allenamento in tre fasi:

  • attivazione
  • fase centrale
  • fase finale

Attivazione – Fase iniziale

Tutta la squadra, guidata dal preparatore atletico, ha iniziato in autonomia un’attivazione motoria per gli arti inferiori e superiori della durata di 10 minuti circa.

A seguire con il mister andiamo a svolgere 15/20 minuti di circuito tecnico.

Giocatori presenti: 24 + 2 portieri.

Allenamento - Warm Up Circuito TecnicoIn questa esercitazione effettuiamo un lavoro di tecnica individuale andando ad eseguire tre circuiti diversi.

Circuito 1

Il primo giocatore trasmette palla al suo compagno che effettua una corsa verso la sagoma, si orienta con il corpo aperto per poi servire il giocatore nella postazione opposta.

A quel punto torna al suo cinesino di partenza.

Chi ha trasmetto palla all’inizio arresta la sua corsa alla sagoma e l’esercitazione prosegue in loop.

Circuito 2

In questo caso all’altezza della sagoma si effettua uno scambio, simulando una combinazione palla avanti – palla dietro e verticalizzazione alla ricerca del terzo uomo.

Circuito 3

Analogo allo sviluppo precedente, ma si inserisce un’ulteriore combinazione finale (punti 4 e 5).

Il giocatore che nella sequenza 3 riceve il pallone, effettua una giocata palla avanti palla – dietro con il compagno della stessa postazione.

In tutti i circuiti lasciamo libertà di giocata, facendo attenzione alla cura del gesto tecnico.

Spunto: dal circuito numero 1 si può ragionare su qualsiasi tipologica di controllo orientato.

Un paio di esempi di tale giocata potrebbero essere:

  1.  chiudere con l’interno del piede;
  2.  toccare il pallone con l’esterno come ad eludere l’intervento di un avversario.
  3. lascio a voi le altre soluzioni attuabili

Questi sono alcuni esempi, se ne possono trovare molteplici, quindi vi consiglio di attuarli per esercitazioni successive.

Fase Centrale

Passiamo ora alla fase centrale della seduta.

La squadra, con il preparatore ha effettuato un lavoro di potenza aerobica con la seguente struttura:

  • 10 min CVV (1m30sec lento – 30 sec voloce) / recupero attivo 5min
  • 10min CVV (1m30sec lento – 30 sec voloce) / recupero con acqua 5min
  • 10 min CVV (1m30sec lento – 30 sec voloce) / recupero attivo 5min

Cosa abbiamo fatto nei minuti di recupero attivo?

Durante il periodo di recupero attivo abbiamo suddiviso i giocatori in sei squadre da quattro elementi ciascuna e creato dei campi di dimensione di metri 20×25 (figura 1).

 

Allenamento Precampionato - Recupero attivo

In questi settori di campo delimitati abbiamo affrontato delle partite con l’obiettivo di eseguire una meta dopo un combinazione tecnica palla avanti – palla dietro e attacco allo spazio con analogo sostegno.

Così facendo richiamiamo i punti toccati durante il percorso di attivazione tecnica, eseguendolo in un contesto situazionale.

 

Precampionato - Combinazioni palla avanti palla dietro

Nei secondi 5 minuti di recupero attivo, abbiamo dato luogo ad una partita, con obiettivo meta con analoga combinazione tecnica, ma il sostengo che effettua la rifinitura deve cambiare.

Quindi nello specifico avrà sempre luogo una giocata tecnica palla avanti – palla dietro e nella rifinitura ho a disposizione tre soluzione diverse.

Ve le descrivo per comodità:

Precampionato - Combinazioni Tecniche

  1. giocata sul taglio del terzo uomo (giocata n.1)
  2. finalizzazione sulla punta (giocata n.2)
  3. giocata sull’inserimento del giocatore dal quale parte l’azione (giocata n.3)

In questo modo stimolo la ricerca della profondità e la penetrazione.

Terminata questa  prima fase andiamo ad effettuare un’esercitazione all’interno della quale l’attenzione è focalizzata agli scivolamenti laterali e di conseguenza i primi movimenti collettivi della linea (effettuati analiticamente il giorno precedente).

Andiamo a vedere di seguito nello specifico la situazione da affrontare.

Atteggiamento della linea difensiva

 

Allenamento Precampionato - Partita per gli scivolamenti

In una metà campo si gioca un possesso palla blu contro bianchi.

All’esterno del campo i giocatori rossi posizionati con una difesa a quattro, sono di ausilio ai possessori della sfera.

Al segnale del mister “si gioca per fare goal“, nel rettangolo di gioco delimitato, la squadra che è in possesso palla attacca la porta dopo aver giocato in ampiezza profonda, su uno dei 2 giocatori laterali (casaccati arancioni).

Nel momento in cui la palla sfocia sull’esterno, bisogna concludere entro 5 secondi.

Possiamo attaccare la porta con tre o quattro giocatori (quattro se voglio estremizzare l’inferiorità e di conseguenza per l’adattamento della line secondo i nostri principi collettivi).

La linea difensiva dovrà in tal caso assumere due diversi atteggiamenti.

Attacco alla difesa con 3 offendenti

Nel caso in cui l’attacco viene eseguito da tre giocatori, si verifica una situazione di parità numerica.

In questo contesto prediligo che dopo lo scivolamento lato palla dell’esterno basso, i tre difensori in linea vadano a difesa della porta.

Come input ho dato loro il fatto che nella loro zona comunque devono marcare.

Attacco alla difesa con 4 offendenti

In questo sviluppo successivo ipotizziamo l’attacco alla porta di 4 giocatori.

Quindi si verificherà una situazione nella quale gli attaccanti si troveranno in superiorità numerica contro i difensori, 5vs4+P.

I tre difensori si posizionano in linea a difesa della porta marcando sempre a uomo nell’aria piccola.

In questo caso lasceremo libero l’uomo più lontano sul secondo palo.

Essendo i primi giorni di preparazione non c’erano assolutamente, in questa esercitazione condizionamenti organici richiesti.

Bensì cercavo di leggere con i ragazzi tutte le azioni svolte.

Fase Finale

Ci apprestiamo alla conclusione della seduta di allenamento dove si svolgerà una partita finale.

Partita finale a metà campo

In una metà campo abbiamo svolto una partita finale libera nella quale non ho imposto ai miei giocatori nessun vincolo sui tocchi o situazioni che andavano a richiamare le precedenti attività (in realtà però speravo di vedere qualcosa 🙂

Quello che richiedo sempre ai miei giocatori è la cura nei gesti tecnici, importante soprattutto nella zona di campo 3 per la fase di finalizzazione dell’azione.

Conclusioni

Siamo giunti alla fine di questo articolo breve articolo dove con piacere vi ho descritto una seduta di allenamento precampionato, spero interessante per voi!

Per chi volesse approfondire ulteriormente l’argomento entrando più nello specifico delle componenti tecnico – tattiche resto a completa disposizione.

Per aspetti globali legati alla pianificazione della programmazione degli allenamenti precampionato vi rimando all’articolo di Mister Pacini sull’argomento.

Credo che il confronto e la condivisione comune di taluni aspetti sia fondamentale per la crescita individuale di ognuno di noi.

A presto con un mio prossimo articolo.

P.s. se ti interessa la scheda completa della seduta in pdf invia una mail al nostro Mister Carlo.

Ciao,

Mister Andrea Bellamio.

Hanno già scelto MisterCalcio.com
Roma
Bologna