Rimesse laterali, sfruttiamole al meglio

25 Luglio 2021

Sono molto contento di presentarti il mio primo articolo per MisterCalcio.com affrontando un tema molto interessante, quello delle rimesse laterali.

In qualità di allenatore in seconda di una juniores U19 nazionale ho dovuto tra le altre cose occuparmi del discorso delle palle inattive e sono rimasto particolarmente affascinato dalle rimesse laterali, ancora poco considerate nel nostro paese.

Ad esempio non sapevo che il Liverpool fosse l’unica squadra europea ad avere, all’interno dello staff, un allenatore che si occupa solo di rimesse laterali, Thomas Gronnemark.

Questa è una cosa totalmente rivoluzionaria che a mio parere gioverebbe enormemente anche ai club italiani, sia dilettantistici che professionistici.

Gronnemark, prima di essere assunto alla corte di Klopp, ha lavorato con il Midtjlland (superliga danese).

La squadra ha vinto il suo primo campionato nel 2015 anche grazie ai gol nati da rimesse laterali.

In 4 stagioni, infatti, sono stati 35 i gol messi a segno dalla squadra danese sugli sviluppi di una rimessa laterale.

Prima dell’arrivo di Gronnemark il Liverpool era diciottesimo in premier league per rimesse in gioco riuscite sotto pressione, con un possesso palla mantenuto del 45,4%.

Alla prima stagione di Gronnemark c’è stato un aumento di più del 20% arrivando così al 68,4%, passando al primo posto in premier ed al secondo in Europa, proprio dietro al Midtjylland, la precedente squadra in cui ha lavorato Gronnemark.

Dati sulle rimesse laterali

Ad esempio nella premier league 2018-19 in 380 partite ci sono state 16154 rimesse laterali, i relativi dati sui possessi sono i seguenti:

  • primo contatto riuscito: 83% (13408);
  • mantenimento del possesso per almeno 7 sec: 54% (8723);
  • rimesse che hanno portato ad una conclusione in porta: 8,8% (1421).

Analizzando anche solo l’ultimo dei dati raccolti, ben 1421 rimesse laterali hanno portato ad una conclusione a rete, quindi ad un potenziale gol.

Risulta quindi molto importante soffermarsi su questo fondamentale ed allenarlo.

Secondo Gronnemark è molto importante dove il battitore lancia la palla.

La maggior parte delle volte, soprattutto a livello dilettantistico, questa viene lanciata ad altezza ginocchio, petto, spalla o testa e questo, anche secondo me, rappresenta uno dei motivi principali dell’insuccesso della rimessa in gioco.

Molti allenatori dicono ai propri atleti di battere la rimessa lungolinea ma, contrariamente a quanto si pensi, a livello statistico le rimesse laterali battute lunghe sono quelle che si traducono in un maggior numero di insuccessi e quindi di palle perse.

Personalmente ritengo che il modo migliore per battere i falli laterali sia atto a mantenere il possesso.

Sicuramente ogni giocatore deve interpretare la situazione e capire se la cosa migliore è battere il laterale sulla corsa del compagno o sui piedi per ricevere di nuovo e consolidare il possesso preparando la giocata successiva.

Con dei semplici esercizi proposti, si può migliorare tanto e in poco tempo la precisione e di conseguenza il successo di una rimessa laterale.

Colpisco il cono

Colpisco il cono per allenare le rimesse laterali
Colpisco il cono

Descrizione

Un esempio per migliorare singolarmente la precisione nel lancio sotto pressione può essere quello dell’immagine appena vista.

Questo esercizio e quello seguente possono essere adatti per i più piccoli fino alla categoria giovanissimi, modificando le distanze a seconda dell’età.

Si dispongono 5 coni a triangolo all’interno dell’area di rigore come da figura e, nel minor tempo possibile, si devono abbattere tutti lanciando la palla con le mani dal limite dell’area.

Un secondo esempio invece, sempre adatto a migliorare il lancio sotto pressione, è realizzabile attraverso una gara a squadre.

Rimessa laterale, abbatti i coni

Rimessa laterale, abbatti i coni
Rimessa laterale, abbatti i coni

Descrizione

Si utilizza una palla per squadra che viene lanciata come fosse una rimessa laterale, alternativamente e continuamente, da entrambi i giocatori della squadra.

Vince la squadra che abbatte prima dell’altra tutti i coni oppure quella che ne abbatte di più nel tempo stabilito, ad esempio 2-3 minuti.

Al posto dei coni si possono anche utilizzare i cinesini con sopra dei palloni.

Una variante può essere la seguente, con 3 giocatori ed una palla per squadra da ogni lato.

Il primo giocatore, dopo aver lanciato la palla, corre dietro il compagno della fila.

Vince la squadra che abbatte più coni nel tempo stabilito.

Queste due esercitazioni sono adatte per i giovani calciatori, fino alla categoria giovanissimi.

Staffetta a squadre con 1 contro 1

Staffetta a squadre con 1 contro 1
Staffetta a squadre con 1 contro 1

Descrizione

Le due squadre si sfidano in una staffetta nella quale i primi 2 calciatori della fila simulano una rimessa laterale con lo scopo di abbattere uno o più coni.

Chi riesce ad abbattere il cono va ad attaccare nel campetto, chi non riesce a colpire sarà di conseguenza il difendente.

Se entrambi i giocatori abbattono il cono si andranno a contendere il pallone messo in gioco dal Mister.

Si somma 1 punto per ogni cono abbattuto e 1 punto per ogni goal segnato.

Vince la squadra che totalizza più punti.

Per vedere altre esercitazioni adatte anche ad altre categorie del settore fino alle prime squadre, vi rimando alla prossima pubblicazione.

Conclusione

Siamo giunti al termine di questa prima parte del mio articolo per MisterCalcio.com sui falli laterali e come sfruttarli al meglio.

Seguimi nella prossima pubblicazione.

A presto,

Massimo Vandi.

Quanto ti è piaciuto l'articolo?
Votalo e dicci cosa ne pensi
1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (8 voti, 4,50 su 5)
Loading...


Hanno già scelto MisterCalcio.com nella versione personalizzata
Roma
Bologna
Hanno già scelto MisterCalcio.com nella versione Super per Società
Bologna
Soccer Revolution Corsi di Aggiornamento Settore Tecnico FIGC Idea Calcio