Real Madrid vs Manchester City – fase di possesso dei blancos

9 Marzo 2020

Ciao mister, oggi ti presento un mio nuovo articolo per MisterCalcio.com sull’analisi tattica della partita di Champions League, Real Madrid contro Manchester City.

Analizzerò tutta la partita, ma nell’articolo odierno tratterò solo la fase di possesso del Real Madrid, andando a parlare nella prossima uscita della fase di possesso dei Citizen.

Il match andato in scena tra Real Madrid e Manchester City è stata una delle partite più interessanti delle ultime settimane.

Si sono affrontate due squadre caratterizzate da valori tecnici importanti e guidate da due grandi allenatori, che si sono sfidati in tatticismi per tutti i 90 minuti.

Ecco allora che vi propongo l’analisi di questa sfida.

Fase di possesso del Real Madrid

Entrambi gli allenatori hanno optato per delle soluzioni che promuovono il gioco anche se molto diverse tra di loro.

Iniziamo analizzando prima i principi adottati dal Real Madrid.

Costruzione 2+1

Costruzione 2+1

Nella prima costruzione il Real adotta un classico 2 + 1 con l’utilizzo di un singolo pivot.

In realtà i veri costruttori della manovra sono Modric e Isco, che però non si abbassano vicino a Casemiro.

Questo soprattutto quando la palla si trova nella prima parte del campo.

Successivamente vedremo meglio come agiscono entrambi.

Taglio di Mendy dentro al campo senza palla

Taglio di Mendy dentro il campo

Quando la palla gira da destra a sinistra, soprattutto nel momento in cui entra in possesso Sergio Ramos, Mendy taglia dentro al campo per andare a posizionarsi tra le linee.

Questo movimento genera delle conseguenze come ad esempio:

  1. lascia tutta la zona laterale a Vinicius abile nell’ 1 contro 1;
  2. attira verso di se i marcatori liberando altri compagni;
  3. costringe la difesa o il centrocampo a indietreggiare;
  4. diventa libero lui stesso di ricevere palla tra le linee se non seguito.

Isco passa da esterno a trequartista

Il lavoro tra le linee dei giocatori del Real Madrid è stato difficile da gestire da parte degli uomini di Guardiola in special modo nel caso di Isco.

Posizione centrale di Isco
Movimento di Isco a ricevere nello spazio

Come possiamo vedere dalle immagini, Isco cerca spesso la posizione centrale del campo nonostante inizi da quella esterna.

Lo spagnolo effettua sempre il movimento senza la guida della palla.

Il suo obiettivo è ricevere nello spazio rappresentato dal cerchio blu.

La sua posizione è stata quella che ha dato più difficoltà al City (che in non possesso difendeva con due linee da 4) e che generava molte soluzioni per i compagni.

La più evidente è quella a favore di Carvajal.

Il terzino infatti in questo modo è libero di spingere come nella prima immagine.

Di fondamentale importanza è il movimento in profondità di Benzema, che ha lo scopo di aumentare lo spazio tra difesa e centrocampo avversario, come vediamo nel secondo frame.

Di seguito ti presento un’esercitazione che non è altro che un gioco di possesso.

Gioco di possesso a 3 zone con jolly tra le linee

Gioco di possesso a 3 zone con jolly tra le linee

Descrizione

Questa esercitazione è utile per quelle squadre che vogliono proporre un gioco tra le linee, in modo da andare ad attaccare la difesa avversaria.

Il gioco tra le linee è garantito soprattutto dal jolly rosso, che è il giocatore con più libertà di azione.

Il campo è diviso in 3 zone, l’obiettivo è portare palla dalla zona 1 alla zona 3 per concludere poi in una delle tre porticine.

Immaginiamo di essere la squadra bianca.

Nella prima zona abbiamo l’incipit della costruzione con un 2 + 1 contro 2.

Si andrà a formare quindi un triangolo tra i due difensori centrali e il singolo pivot che ha lo scopo di iniziare la manovra.

Nella seconda zona c’è invece un 4 contro 4 e qui è dove inizia il lavoro del jolly.

Quest’ultimo è l’unico, insieme ai due esterni, che può giocare e invadere sia la seconda, (creando superiorità), che la terza zona del campo.

Il jolly a questo punto dovrà farsi trovare alle spalle dei centrocampisti avversari.

Se cercato, può trasmettere palla alla terza zona oppure entrare in conduzione.

Variante dell’esercitazione

  • il jolly, oltre a farsi trovare tra le linee, può abbassarsi a giocare il pallone, a patto però che uno dei 2 centrocampisti centrali prenda il suo posto tra le linee.

Nella terza ed ultima zona, abbiamo inizialmente 4 contro 2 in favore della squadra in non possesso, che con l’utilizzo del jolly e degli esterni, può diventare un 5 contro 4.

Come vediamo, in tutte le zone del campo c’è una costante superiorità numerica.

Questa è portata sempre dal jolly tranne che per la zona 1.

Invertire il campo dopo 10 minuti.

I principi di gioco adottati in questa esercitazione possono essere:

  • inizio della manovra in 2 + 1;
  • gioco tra le linee dei centrocampisti;
  • spinta offensiva delle catene laterali.

Conclusione

Siamo giunti al termine della prima parte del mio articolo per MisterCalcio.com sull’analisi tattica della partita di Champions League tra Real Madrid e Manchester City.

L’esercitazione proposta la trovi all’interno del mio profilo mistercalcio.com

Oggi ti ho mostrato la fase di possesso dei blancos, nel prossimo articolo tratterò la fase di possesso dei Citizen di Guardiola.

Ti aspetto!

Ciao,

Diego Crepaldi.

Quanto ti è piaciuto l'articolo?
Votalo e dicci cosa ne pensi
1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (5 voti, 5,00 su 5)
Loading...


Hanno già scelto MisterCalcio.com nella versione personalizzata
Roma
Bologna
Hanno già scelto MisterCalcio.com nella versione Super per Società
Bologna
Soccer Revolution Corsi di Aggiornamento Settore Tecnico FIGC Idea Calcio