3 vs 3 + 2, ricerca dell’ampiezza e attacco alla profondità

5 Settembre 2019

Ciao Mister sono pronto a presentarti per un appuntamento ormai fisso, il nuovo articolo per MisterCalcio.com, nel quale tratterò uno small sided games 3 vs 3 + 2 jolly con ricerca dell’ampiezza e attacco alla profondità.

Small sides games 3 vs 3 + 2, ricerca dell’ampiezza e profondità

Esercitazione rivolta a tutte le categorie dell’attività agonistica, dai giovanissimi agli adulti, e che personalmente ho infatti utilizzato nel corso delle ultime stagioni con squadre di giovanissimi e allievi.

Come dico sempre, a seconda della categoria e delle capacità tecnico-tattiche dei propri giocatori, andrà valutata la possibilità di semplificare alcune regole o di adattarne altre.

Non escluderei nemmeno un suo utilizzo neppure con le categorie pulcini, ultimo anno magari, ed esordienti.

Si tratta di uno small sided games che ho inserito in una fase immediatamente successiva a quella di attivazione e i cui obiettivi sono principalmente:

  • la gestione del possesso in situazione di superiorità numerica;
  • rompere in modo netto il ritmo del gioco;
  • la gestione del possesso finalizzata alla conquista della profondità mediante un inserimento;
  • saper riconoscere le condizioni per poter attaccare la profondità con un inserimento;
  • timing dell’inserimento;
  • sviluppi offensivi.

Le dimensioni dello spazio di gioco dipendono da numerosi fattori, come ad esempio il livello tecnico-tattico del gruppo, la categoria di riferimento, le condizioni del terreno di gioco e il giorno della settimana in cui inseriamo l’esercitazione.

Indicativamente potrebbe andar bene un’area di gioco 30×20 metri, con un campo molto più largo che lungo; ma molto dipende dal numero di elementi coinvolti.

Sviluppo dello small sided games 3 vs 3 + 2 jolly

Small sided games: 3 contro 3 + 2 jolly – ricerca dell’ampiezza e dell’attacco della profondità

Vengono predisposti due corridoi laterali di circa 6-8 metri di ampiezza e vengono delimitate due zone di meta di circa 8-10 metri.

Sulle due linee di fondo campo posizioniamo due porticine.

Infine possiamo collocare alcune sagome a delimitare l’ingresso nelle due rispettive zone di meta.

In figura sono state infatti schierate due squadre da 3 elementi ciascuna ma il numero è assai relativo.

Potremmo infatti schierare due team da 4-5-6 giocatori ciascuno, più 2 jolly rossi nel ruolo di laterali.

Quindi possiamo dire da un minimo di 8 giocatori fino ad un massimo di 14.

Le due squadre non vengono formate a “caso”, ma ad esempio scegliendo 1 difensore, 1 centrocampista e 1 attaccante (nel caso giocassimo 3 contro 3).

Situazione di 3 contro 3+2 jolly che giocano inizialmente nei due corridoi laterali.

I jolly giocano sempre con la squadra in possesso.

Obiettivi dello small sided games

L’obiettivo per entrambe le squadre è quello di conquistare la zona di meta avversaria con un inserimento rifinito con:

  • triangolazione (che prenda in mezzo un avversario o una sagoma);
  • passaggio a parabola e inserimento (attacco diretto)
  • combinazione rapida a 3 giocatori, palla avanti, palla indietro e palla nello spazio.

In zona di tiro si ha 1 solo tocco a disposizione per poter concludere ma la squadra avversaria non può difendere all’interno di tale spazio.

Alcuni sotto-obiettivi che possiamo ricercare:

  • con palla che si muove su uno dei due corridoi laterali, in fase di possesso, ricreare un rombo;
  • mobilità nei corridoi laterali;
  • possibilità di interscambiarsi con i jolly;

Focus

  • creare le condizioni per una palla aperta e saperla riconoscere;
  • variare il ritmo del possesso, rompendolo nettamente, allo scopo di cogliere impreparata la squadra rivale;
  • con palla sull’esterno condurre forte verso il centro del campo o giocare dentro per prepararsi ad attaccare la profondità;

L’esercitazione, nella sua “semplicità”, sono anni che la propongo con qualche variante.

La ritengo estremamente valida perché abitua il giocatore, in forma ridotta e in una situazione a bassa complessità, a concepire la condizione di palla aperta e ad agire prontamente per trarre il massimo vantaggio dalla situazione appena creata.

Conclusione

Ciao Mister, ecco la fine di questo mio nuovo articolo.

Entra nel tuo profilo MisterCalcio.com e se reputi che questa esercitazione possa fare il tuo caso, vai nella sezione esercizi di MisterCalcio.

Grazie al filtro selezione allenatore, inserendo il mio nome trovi questa come tutte le altre da poter copiare con semplicità.

Ciao,

Diego Franzoso.

Quanto ti è piaciuto l'articolo?
Votalo e dicci cosa ne pensi
1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle 4,25
4 voti
Loading...


Hanno già scelto MisterCalcio.com nella versione personalizzata
Roma
Bologna
Hanno già scelto MisterCalcio.com nella versione Super per Società
Bologna
Accademia Allenatori Corsi di Aggiornamento Settore Tecnico FIGC Idea Calcio