Attesa e ripartenze: lo special one Mourinho

27 Gennaio 2020

Parlare di uno stile di gioco fatto di attesa e ripartenze, attuato da un grande esponente dell’ultimo decennio calcistico, lo special one Josè Mourinho, è per me motivo di estrema soddisfazione.

Nel precedente articolo per MisterCalcio.com, Pressing, gegenpressing o attesa e ripartenza? Dal mago Klopp allo special one Mourinho, ho trattato il gegenpressing del mago Klopp, illustrando questo stile di gioco con le sue principali caratteristiche e i suoi punti di forza.

Ti ricordo brevemente il significato del gegenpressing.

Si tratta di un’azione corale in cui una squadra riaggredisce immediatamente gli avversari dopo la perdita del possesso palla.

È quindi un’azione offensiva, ma nel contempo difensiva, che richiede però, una grande organizzazione tattica.

Stile di gioco dello special one

E se si opta per un diverso stile di gioco?

Facile, potremmo chiedere consigli pratici ad un altro mostro sacro della panchina: il tecnico, Josè Mourinho.

La filosofia di gioco dell’allenatore portoghese si basa essenzialmente sull’attesa dell’avversario, al quale molto spesso viene lasciato il possesso palla, per poi colpire in ripartenze, attraverso le transizioni positive, molte volte letali.

In questo caso, quindi, non si opta per un immediato pressing offensivo, bensì la squadra si posiziona compatta nella propria metà campo con tutti i suoi elementi dietro la linea della palla, consentendo il palleggio avversario.

Solo nel momento in cui i propri contendenti avanzano il loro baricentro, la squadra costruisce un pressing con l’intento di recuperare palla e cercare velocemente la verticalità su un attaccante, il quale ha il compito di andare in profondità per essere servito e finalizzare l’azione.

È uno stile di gioco che il tecnico portoghese ha attuato quasi sempre nelle sue avventure sulle panchine europee, (emblematico è il caso del triplete vinto con l’Inter, in cui ha posizionato in molte partite due attaccanti, Eto’o e Pandev, sugli esterni.

In questo modo era coperto in fase difensiva, ma riusciva ad essere letale in fase offensiva, grazie a veloci ripartenze.

Andava a ricercare per l’appunto quella verticalità immediata, che ha consentito all’argentino Diego Milito di segnare 30 goal stagionali, risultando uno dei grandi protagonisti di quella speciale annata nero azzurra.

Mister ti propongo a seguire un’esercitazione mirata ad evidenziare alcuni principi di gioco attuati dallo special one.

Partita a tema 8 contro 6 per allenare le ripartenze

Allenare le ripartenze, partita a tema 8 contro 6

Descrizione

L’esercitazione si svolge in una metà campo, i giocatori eseguono una partita a tema 8 contro 6.

La squadra blu composta da 8 elementi, come in figura, inizia sempre l’azione, ed esegue un possesso palla con l’obiettivo della finalizzazione nella porta difesa dal portiere.

La squadra rossa in inferiorità numerica è composta da 6 giocatori, di cui 4 difensori, 1 centrocampista, 1 punta.

La compagine rossa, scivola in base allo spostamento palla, attendendo gli sviluppi offensivi avversari e difendendo gli spazi e la porta.

Quando la squadra difendente recupera il pallone, attiva subito una transizione positiva, cercando immediatamente la punta (con un passaggio filtrante o con un lancio lungo), risalendo velocemente il campo in verticale.

La punta deve proteggere la palla, se marcato, oppure cercare immediatamente la profondità e finalizzare nelle porticine.

Il goal è valido solo se tutti i suoi componenti della squadra arrivano o superano la linea composta dai due coni gialli posti all’esterno del campo (come in figura).

E’ consigliabile eseguire diverse ripetizioni, in modo che tutti i giocatori possano svolgere la fase di attesa e ripartenza.

Mister, abbiamo visto in questi due articoli di MisterCalcio.com, due diversi stili di gioco di Klopp e Mourinho.

Esiste uno stile di gioco migliore dell’altro?

Assolutamente no, per quanto riguarda la mia opinione, ogni allenatore è diverso dall’altro, ogni tecnico sa come sfruttare le caratteristiche della propria squadra, ogni soluzione tecnico-tattica può essere giusta o meno.

In fin dei conti, chi vince ha sempre ragione, che giochi applicando il gegenpressing, oppure che giochi in attesa, con ripartenze efficaci e letali.

È il caso di questi due allenatori vincenti, ma con una filosofia calcistica letteralmente opposta.

Conclusione.

Tu che stile di gioco preferisci?

Mi fa piacere confrontarmi e condividere la nostra passione.

Ti aspetto all’interno del tuo profilo MisterCalcio.com per commentare la mia esercitazione e parlare nel dettaglio del mio articolo.

Ciao,

Christian Prudente.

Quanto ti è piaciuto l'articolo?
Votalo e dicci cosa ne pensi
1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (5 voti, 4,60 su 5)
Loading...


I commenti sono chiusi.

Hanno già scelto MisterCalcio.com nella versione personalizzata
Roma
Bologna
Hanno già scelto MisterCalcio.com nella versione Super per Società
Bologna
Accademia Allenatori Corsi di Aggiornamento Settore Tecnico FIGC Idea Calcio