Finta e dribbling binomio vincente

13 Giugno 2019

Ciao Mister, ti presento un mio nuovo articolo per MisterCalcio.com che tratta la finta e il dribbling.

Prima di addentrarci in questo mio lavoro, ci tengo in primis a fare una distinzione importante tra queste due abilità.

La finta

Ha lo scopo di nascondere le intenzioni del giocatore in possesso palla, è un abilità tattica individuale nella quale si cerca di ingannare l’avversario.

Il dribbling

È un abilità tattica individuale che prevede il superamento con la palla dell’avversario, è necessario stimolare i nostri giocatori sin da piccoli ad affrontare l’ 1 contro 1.

Due concetti molto importanti che rendono il calcio ancora più bello ed emozionante.

Il dribbling, cioè l’arte di saltare l’uomo, è l’essenza tecnica di questo bellissimo gioco.

Un gesto che entusiasma da sempre tutti gli amanti si questo sport, crea spettacolarità al gioco e coinvolge ogni singolo giocatore alla sfida e al duello con il proprio avversario.

Il dribbling è associato ad una finta (movimento d’inganno), ed ha lo scopo di non far conoscere le proprio intenzioni e sorprendere il difensore, costringendolo a muoversi in una certa direzione, per poi batterlo in quella opposta (movimento intenzionale).

Più viene migliorato il movimento d’inganno e migliore sarà la finta.

Molto spesso i giocatori con il baricentro del corpo basso, sono facilitati nei movimenti repentini e veloci.

Dribbling e finta: alcuni consigli

Per una riuscita di queste due abilità possiamo tenere presente alcuni aspetti come la capacità di anticipare il difensore e leggere prima tutte le situazioni di gioco, scegliere la distanza ed il tempo giusti per capire quando eseguire finta e dribbling.

Più riduciamo il tempo di giocata, maggiore sarà la riuscita di queste abilità.

La finta può essere eseguita con la palla ma anche senza, come ad esempio una finta per smarcarsi dall’avversario.

Il dribbling viene usato dai giocatori che devono uscire da una zona di campo nella quale non hanno linee di passaggio disponibili, diventa quindi una soluzione importante.

Quando si supera un avversario si crea una superiorità numerica utile per poter creare occasioni da goal.

La finta ed il dribbling facilitano queste situazioni.

L’allenatore deve aiutare il giovane calciatore a capire come e quando effettuare queste due importanti abilità.

Esercitazioni per la finta e il dribbling

Esercitazione per allenare le finte

Impariamo le finte
Impariamo le finte

Descrizione

Si prepara il campo come da figura, il giocatore uno e due partono in conduzione della sfera.

Arrivati a 50 centimetri circa dal cono, fermano il pallone ed effettuano un doppio passo per poi tornare in postazione in guida della palla.

Far ripetere il gesto minimo 6-7 volte per un esecuzione sempre più automatizzata.

Bisogna variare sempre le finte, possiamo partire con un doppio passo come visto in precedenza, per passare poi ad un contro movimento o ad una veronica per non far diventare l’esercizio monotono.

Se guardate in figura ho messo anche dei coni laterali, questo per dare una variante all’esercizio.

Il giocatore effettua una finta e cambia direzione prima a destra e poi a sinistra.

Finta + dribbling situazione di 1 contro 1 a 4 porte

Situazionale 1 contro 1 a 4 porte
Situazionale 1 contro 1 a 4 porte

Descrizione

Si costruisce un campo come in figura.

Il giocatore 1 e 2 partono in contemporanea.

Il numero 1 esegue una conduzione della palla, arrivato sul cono per poter entrare nel quadrato deve effettuare una finta, il giocatore 2 invece, deve eseguire un percorso coordinativo ed uscire con una finta di corpo sul paletto per andare a difendere.

Il giocatore 1 deve far gol nelle porticine laterali, solo se supera il difensore con una finta e dribbling, situazione di 1 contro 1.

Il difensore se recupera la sfera può far gol nelle porticine.

Varianti al gioco

Possono segnare in tutte e quattro le porticine, o segnare nella porticina indicata dal Mister contraddistinta in precedenza da un colore o un numero.

Partita a tema, si gioca con le finte e con il dribbling

Partita a tema con finte
Partita a tema con finte

Descrizione

Si gioca come da figura una partita a tema 6 contro 6.

Si può far gol solo se nella metà campo avversaria se si supera un avversario con una finta e dribbling, e si crea superiorità numerica.

Chiediamo ai nostri giocatori di riportare in partita tutte le finte eseguite in allenamento.

La squadra che effettua un gol con una finta e dribbling ottiene due punti.

Conclusione

Mister spero che questo articolo ha reso più chiaro questo argomento complesso che fa del calcio uno sport unico.

Potete commentare per un confronto sempre positivo all’interno della Web-App di MisterCalcio.com.

Ciao, al prossimo appuntamento,

Mauro Stirpe.

Quanto ti è piaciuto l'articolo?
Votalo e dicci cosa ne pensi
1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (4 voti, 3,75 su 5)
Loading...


Hanno già scelto MisterCalcio.com nella versione personalizzata
Roma
Bologna
Hanno già scelto MisterCalcio.com nella versione Super per Società
Bologna
Accademia Allenatori Corsi di Aggiornamento Settore Tecnico FIGC Idea Calcio