Partita a tema, dalla costruzione alla finalizzazione

26 Marzo 2020

Ciao Mister ti presento il mio nuovo articolo per MisterCalcio.com, parlandoti di una partita a tema che ci permette di lavorare dalla costruzione alla finalizzazione.

Partita a tema costruzione e finalizzazione

L’esercitazione che può essere rivolta a tutte le categorie dell’attività agonistica, dai giovanissimi agli adulti, naturalmente con gli opportuni accorgimenti.

Nel corso delle ultime stagioni mi è capitato di svilupparla sul campo con squadre di giovanissimi e allievi ma consiglio di valutare sempre molto attentamente il contesto in cui operiamo e le capacità dei nostri giocatori.

A seconda della categoria e delle capacità della rosa a disposizione potranno essere modificate alcune regole o il numero di elementi coinvolti.

Come?

Aumentando o diminuendo la complessità della proposta in base alle capacità dei giocatori.

Si tratta di una partita a tema che tra i suoi obiettivi principali ha quello della risalita del pallone attraverso un possesso stabile, sicuro e non troppo verticale, permettendo alla squadra di risalire il campo compatta.

Compattezza che risulterà poi fondamentale in fase di transizione negativa, cercando una rapida riaggressione a palla persa.

Le dimensioni del campo di gioco dipendono come sempre da numerosi fattori, quali:

  • la categoria;
  • il numero di elementi coinvolti;
  • le capacità dei giocatori;
  • le condizioni del terreno di gioco;
  • il giorno della settimana in cui inseriamo la proposta.

Sviluppo della partita a tema

Il campo di gioco viene diviso orizzontalmente in tre zone di ugual misura (difesa, centrocampo, attacco), col settore di centrocampo a sua volta delimitato in due corridoi laterali e una zona centrale.

Come si vede in figura, possono essere posizionate alcune linee di sagome, a rappresentare ulteriori linee avversarie.

Ciò comporta una maggior ricerca da parte dei giocatori di linee di passaggio pulite, innalzando il carico cognitivo della proposta.

Il numero di giocatori impiegati in figura è di 21 ma è solamente un dato indicativo.

Vengono formate due squadre da 9 giocatori ciascuna, più rispettivi portieri, e scelto un jolly per il ruolo di laterale.

Le due squadre vengono schierate in posizione e inizialmente zonate.

Nel settore difensivo avremo un’iniziale situazione di 2 contro 2 più portiere.

Nella zona centrale un 4 contro 4 (ipotetico rombo di centrocampo), in un corridoio laterale un 1 contro 1, terzino contro terzino, nel settore d’attacco il 2 contro 2.

Dunque, nel corridoio opposto troveremo la superiorità numerica offerta dal jolly, inizialmente incontrastato.

Prima di proseguire, vorrei sottolineare che la proposta può anche essere utilizzata inizialmente in forma di possesso, con l’obiettivo di muovere palla da un portiere all’altro anziché di ricercare il gol.

Presentazione della proposta

Partita a tema, costruzione, gestione del possesso e finalizzazione

Descrizione

In fase di possesso l’obiettivo è quello di assicurare una prima risalita del pallone stabile, potendo far abbassare un centrocampista in zona di difesa (situazione di 4 contro 2).

L’uscita dalla zona di difesa dovrà avvenire obbligatoriamente per vie centrali (scelta personale – chi controlla il centro, controlla il gioco).

Successivamente muovere palla su entrambi i corridoi laterali, prima di poter giocare palla in attacco (iniziale situazione di 2 contro 2).

Possibilità per uno o più centrocampisti di inserirsi in attacco per concludere l’azione il più velocemente possibile.

A questo punto, col passare dei minuti, possono essere inserite infinite varianti al fine di arrivare ad un gioco che sia più veritiero con:

  • possibilità per un centrocampista di uscire sul corridoio laterale per contrastare il jolly;
  • il jolly può abbandonare la propria zona per spostarsi in altre. Ri-occupare lo spazio lasciato libero dal jolly (chiunque potrà farlo, l’importante è assicurare ampiezza su entrambe le corsie);
  • possibilità per chiunque di uscire sul corridoio laterale per contrastare il jolly;
  • tutti i centrocampisti, in fase di possesso, possono agire liberamente su tutto il campo;
  • possibilità di interscambio tra tutti gli elementi della squadra (in particolare sul corridoio del 1 contro 1);
  • tutti i centrocampisti, in entrambe le fasi, si possono muovere liberamente;
  • possibilità per un centrocampista, in fase di non possesso, di seguire il centrocampista avversario che si abbassa in zona di costruzione;
  • in fase di non possesso ci si può muovere liberamente (tutta la squadra);
  • si gioca una partita libera.

Conclusione

Ti è piaciuta questa nuova proposta condivisa con MisterCalcio.com?

Ti aspetto nel mio profilo allenatotore.

Guarda quante esercitazioni ho condiviso che puoi leggere, commentare oppure riadattare per i tuoi allenamenti.

A presto,

Profilo utente mistercalcio.com

Diego Franzoso.

Quanto ti è piaciuto l'articolo?
Votalo e dicci cosa ne pensi
1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (6 voti, 4,83 su 5)
Loading...


Hanno già scelto MisterCalcio.com nella versione personalizzata
Roma
Bologna
Hanno già scelto MisterCalcio.com nella versione Super per Società
Bologna
Accademia Allenatori Corsi di Aggiornamento Settore Tecnico FIGC Idea Calcio