La fase di possesso palla del 4-3-1-2

6 settembre 2018

Ciao Mister,

oggi vi racconto le mie riflessioni sulla fase di possesso palla del 4-3-1-2. Come sempre la sintesi unita a concetti chiave per me è fondamentale e proverò a farlo anche oggi.

Per parlare appunto della fase di possesso palla del 4-3-1-2, ho letto on-line un articolo di Luca Bignami che trattava questo modulo di gioco dopo averne analizzato le idee di Maurizio Sarri.

La contrapposizione in fase di possesso palla al 4-4-2 e al 4-3-2-1 sarà oggetto di analisi odierna.

Costruzione dal  basso con il 4-3-1-2

Nella fase di possesso in costruzione, il portiere gioca palla al difensore centrale, il quale può trasmettere al play, che in rotazione si è messo in zona luce per ricevere palla, con conseguente abbassamento della mezzala opposta.

Oppure può giocare palla al terzino che trasmette in verticale per lo spostamento in apertura della mezzala (come in figura sotto).

Fase di possesso palla del 4-3-1-2 contro 4-4-2

Figura 1

Quando invece si gioca contro un sistema simile, come in questo caso un 4-3-1-2 (figura 2), in costruzione il difensore centrale apre la giocata per il movimento in apertura sempre del play che giocherà al terzino che è salito sulla fascia di competenza.

In questo caso quest’ultimo ha due soluzioni di giocata.

La prima per il trequartista che si muove e riceve tra le linee.

La seconda per la punta che si apre e la mezzala che si “butta dentro” nello spazio esterno.

Fase di possesso palla del 4-3-1-2 contro 4-3-1-2

Figura 2

Se invece il difensore centrale prende palla e la vuole condurre per cercare un’imbucata centrale, vedremo le due punte che cercheranno di allargare i due centrali avversari e nello stesso tempo la mezzala che andrà a defilarsi esternamente.

In questo caso il play dopo l’uscita del difensore centrale, riceve palla e fa attirare addosso a se l’attenzione del centrocampista avversario, per cercare l’imbucata per il movimento tra i due difensori centrali del trequartista (come in figura 3).

Fase di possesso palla 4-3-2-1 sviluppo sul trequartista

Figura 3

Conclusione

Contro una difesa a tre o a cinque giocatori, l’obiettivo è quello di tirar fuori i difensori di centro destra e di centro sinistra, per consentire al nostro trequartista l’inserimento con i tempi giusti.

Per questo motivo il palleggio da parte dei difensori e in prima battuta il movimento e lo smarcamento del nostro vertice basso, è molto importante per riuscire a muovere i giocatori della squadra avversaria e colpire con i tempi giusti attaccando la profondità.

Spero che le mie analisi tattiche siano interessanti e perchè no uno spunto per il vostro lavoro sul campo.

Ecco il mio video, al prossimo appuntamento.

Ciao Alessandro Recenti.

Hanno già scelto MisterCalcio.com nella versione personalizzata
Roma
Bologna