Dominio funzionale (seconda parte)

18 Giugno 2020

Ciao Mister, ti stai appassionando al dominio funzionale?

Prima di completare il mio intervento ti ricordo il link della prima parte del mio articolo sull’argomento, dove abbiamo parlato degli spazi dinamici di relazione, spazi che vanno ad allargarsi da una zona che chiamiamo azione, fino alla percezione e evoluzione.

A seguire vedremo come trasferire lo spazio di azione e i vantaggi che acquisiamo.

Trasferire lo spazio di azione

Lo spazio di azione, si sposta continuamente e noi abbiamo delle armi per poterlo spostare che sono quelle delle trasmissioni.

Voglio aggiungere un mio concetto, lo spazio peripersonale, che ho preso da un libro sulle neuroscienze.

È come se fosse un’aura attorno al calciatore, nella quale lui percepisce gli oggetti in movimento in uno spazio di 40-50 centimetri, “a portata di piede”.

Lo spazio nel quale lui percepisce e anche lo spazio dove gli altri possono percepire la sua azione motoria, tornando poi a quel discorso del sistema specchio e delle gestualità motorie con finalità compresa.

Vediamo un video che ci fa capire come lo spazio di azione si muove, è dinamico ed è uno spazio di relazione che prende vita dalla relazione tra i giocatori.

Lo spazio di relazione

Differenze tra vantaggio posizionale e funzionale

Io ho fatto questo piccolo appunto, che sono i passaggi che possono trasportare una zona di azione oltre due linee di pressione e quindi cambiare completamente il contesto.

Quindi creare altre forme di auto organizzazione.

Generalmente se superiamo una linea di pressione, avremo un vantaggio posizionale.

Ma immaginate se vogliamo andare oltre; deve essere fatto uno spostamento, da un corridoio verticale ad un altro verticale, spostando la zona di azione dove si lavora per incoscio e sub-conscio oltre 2 linee di pressione.

Trasferire lo spazio di azione

Andiamo a vedere nei video a seguire come lo fa Alaba del Bayern Monaco.

https://twitter.com/avformisano10/status/1267150352408862722?s=20

È nella capacità del calciatore saper sfruttare il vantaggio al meglio, in come lui vive e sente quella circostanza, in relazione a due fattori.

Il primo è l’inconsio, che nasce e cresce nelle esperienze pregresse del calciatore vissute fino a quel momento.

Il secondo è il sub-conscio che nasce e cresce nelle emozioni legate a quelle esperienze.

È qualcosa di fondamentale perché in zona palla in una frazione di secondo noi lavoriamo in inscoscio e sub-conscio, con emozioni ed esperienze pregresse.

Se io ho mi sono allenato ed ho appreso attraverso un percorso di interpretazione, scelta tattica funzionale, e continuamente io mi alleno in questo contesto di complessità, quando vado in gara non devo pensare.

Io sono già pronto ad adattarmi a quello che capita e ad emergere nei comportamenti e non a subirli e a subire il contesto nè la circostanza di gioco.

Quindi tornando a noi parliamo di conscio, di percezione e di evoluzione quando ci allontaniamo dalla zona palla.

Parliamo di inconscio e sub-conscio quando siamo nel vivo del gioco.

Nella complessità del gioco del calcio, c’è già tutto, non c’è bisogno di parlare di tempi di spazio di sistemi di gioco.

Unità minima di relazione funzionale

Unità minima di relazione

Vediamo e analizziamo il grafico nel dettaglio, con la parte azzurra che è lo spazio peripersonale dove troviamo l’attrattore.

Attorno alla palla, troviamo prevalentemente ricevitori inconsapevoli.

In quel momento questi giocatori non stanno pensando “oddio ora me la passano”, assolutamente!

Il tutto è esperienza emozione, è consapevolezza dell’intenzionalità tattica della funzione che dovranno assumere.

Allontanandoci da questo nucleo pulsante del gioco possiamo parlare di consapevolezza, di ricevitori consapevoli che hanno letto e si sono adattati, postura, smarcamento, relazione.

E qui subentra il pensiero.

Superiorità e vantaggi

Superiorità e vantaggi

Oggi ci focalizzeremo solo su vantaggio funzionale e vantaggio relazionale.

Vantaggio funzionale

Noi parliamo di vantaggio funzionale quando un nostro calciatore, è l’uomo libero che dovrà ricevere, ed è smarcato alle spalle di una linea di pressione, o non pressione, che garantisce un vantaggio posizionale perché si trova oltre una linea di pressione ed ha la chiara consapevolezza della funzione che svolge, dell’intenzionalità di chi è e cosa rappresenta in quel momento.

L’uomo libero alle spalle di una linea di pressione o non pressione, riceve palla con un campo libero davanti con un campo libero davanti.

Il nostro principio di gioco prevede che quello spazio va invaso, non per forza con una trasmissione ma anche con una conduzione.

Ecco quel calciatore non legge lo spazio dinamico di relazione che si è liberato, e scarica dietro per un terzo uomo.

In questo caso abbiamo avuto un vantaggio posizionale ma non funzionale.

Vantaggio funzionale che spesso in zona di azione dobbiamo definirlo come inconsapevole, perché pur parlando di consapevolezza, noi dobbiamo lavorare sull’inconscio.

Senza neanche saperlo sono completamente padrone, perché quelle esperienze pregresse mi hanno portato a quella scelta libera non condizionata da chi ti dice cosa fare.

Vantaggio relazionale

Il vantaggio relazionale che ci parla di socio affettività e competenza emotiva, è quel vantaggio che si crea nel momento in cui abbiamo un forte legame da un punto di vista relazionale ma di comprensione tra i giocatori.

E queste linee che uniscono questi giocatori, dobbiamo immaginare che al loro interno passano delle informazioni, dei principi di gioco, dei sotto-principi, degli input che ci legano e ci fanno ragionare ed interpretare allo stesso modo.

Funzioni- intenzioni tattiche

Parliamo di tre funzioni principali in circostanza con palla:

  • attrattore;
  • fissatore;
  • invasore.

Le funzioni sono intenzioni tattiche, in circostanza con palla, con situazioni che cambiano sempre nella complessità e abbiamo tre funzioni principali anche in circostanza senza palla e sono:

  • marcatore;
  • guardiano;
  • pressatore.

L’attrattore

Ma andiamo a parlare dell’attrattore che ho diviso in attrattore conscio ed attrattore semplice.

L’attrattore conscio: in fisica l’attrattore è quella porzione di campo all’interno della zona che chiamiamo spazio delle fasi.

Questo spazio qui ha dentro l’attrattore che può essere un punto o una porzione verso la quale o per la quale evolve un sistema dinamico complesso.

Attattore

Qui vediamo come il Real Madrid va in costruzione, crea uno spazio come macro principio e questo grande è il nostro attrattore conscio, cioè la porzione di spazio delle fasi verso la quale si evolvono i sistemi dinamici.

I sistemi dinamici oltre ad essere quelli individuali sono quelli collettivi del Barcellona che con sguardo e postura sono rivolti verso l’attrattore.

E sono ovviamente anche le posizioni e le funzioni dei giocatori del Real Madrid che in base alla loro occupazione dello spazio funzionale, vanno ad attirare.

Adesso vi mostro dei video di vantaggio posizionale senza aver sfruttato il vantaggio funzionale.

Possibile superiorità funzionale

Qui c’è una possibile superiorità funzionale con vantaggio posizionale, ma in questo caso Vidal non invade lo spazio avanti a lui.

Possibile superiorità funzionale

Anche in questo video superiorità posizionale ma non funzionale perché Goetze non invade lo spazio libero in avanti.

Attrattore come individualità specifica

Attrattore

L’attrattore è un punto nello spazio delle fasi, la sua funzione innesca la pressione di un avversario e ci serve per generare lo spazio alle spalle di chi esce in pressione.

Attrattore

Qui vediamo Zychencko che è un laterale basso, è attrattore e attira il sistema dinamico avversario e via con la progressione.

Altro esempio: vediamo come il Papu Gomez è bravissimo ad attirare a se la pressione avversaria per poi andare ad invadere lo spazio libero generato.

La experiencia secondo Pep Marì

È chiaro ed evidente quanto sia importante l’esperienza, nell’apprendimento, nel comprendere tutto quello che c’è attorno.

Ed è quello che ci guida a stare nella complessità, senza esperienza facciamo fatica.

Ma entriamo nel vivo del mio profilo MisterCalcio.com, con il quale ho realizzato alcune esercitazioni.

Esercitazioni pratiche

Andiamo a vedere un’esercitazione 2 contro 2 + 3 C per attirare

2vs2+3C attirare per generare

In questa esercitazione quando un calciatore riceve diventa attrattore, quindi attira la pressione avversaria.

Come prima volta per capire e comprendere cosa c’è all’interno, possiamo dare un feedback vocale “attiro“.

In questo modo dico a me stesso e agli altri che ho compreso.

Lo spazio che viene generato viene poi attaccato da un invasore o un fissatore esterno.

Esercitazione con creazioni di vincoli

Ho creato altre esercitazioni interessanti, come ad esempio questa dove attraverso i vincoli non lineari generiamo comportamenti emergenti.

Sviluppo di consolidamento dal 5vs3 al 8vs5

Qui abbiamo una differenziazione geometrica spaziale di partenza.

Abbiamo un doppio diamante con un triplo diamante grande esterno.

Le linee esterne creano una diagonalità nella trasmissione della palla e quindi un riadattamento.

La diagonalità serve a “spostare” lo spazio di azione su un altro binario verticale.

Per far capire ancora di più nel dettaglio l’esercitazione mi riallaccio al video di Alaba condiviso poco fa nella parte iniziale del mio intervento, dove ti ho parlato di trasferire lo spazio di azione.

Conclusione

Siamo giunti al termine della seconda parte del mio articolo per MisterCalcio.com sul dominio funzionale.

Ti lascio di sotto mister tutta la live completa di tutto il mio intervento:

Per ringraziarti di essere arrivato fino qui con la lettura, inoltre, ti condivido una ulteriore live sul dominio funzionale, dove vado a sviscerare altri aspetti.

Spero di averti destato qualche dubbio, a mio avviso utile per la crescita personale!

A presto,

Alessandro Vittorio Formisano.

Quanto ti è piaciuto l'articolo?
Votalo e dicci cosa ne pensi
1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (8 voti, 4,88 su 5)
Loading...


Hanno già scelto MisterCalcio.com nella versione personalizzata
Roma
Bologna
Hanno già scelto MisterCalcio.com nella versione Super per Società
Bologna
Soccer Revolution Corsi di Aggiornamento Settore Tecnico FIGC Idea Calcio