Small sided games: ri-aggressione immediata

20 Aprile 2020

Ciao Mister, ti presento il mio nuovo articolo per MisterCalcio.com, nel quale tratterò uno small sided games con ri-aggressione immediata.

Small sided games, riaggressione

Oggi ti propongo un’esercitazione che può essere rivolta a tutte le categorie dell’attività agonistica, dai giovanissimi agli adulti.

Ovviamente adattabile con qualche accorgimento sul numero di elementi impiegati, sui tempi di lavoro, di recupero e il numero di ripetizioni.

Nella passata stagione l’ho utilizzata con una squadra di giovanissimi.

Va detto fin da subito che la proposta ha una notevolissima valenza dal punto di vista condizionale.

Per questo motivo la ritengo una validissima alternativa alle tante ripetute e giri di campo che ancora si vedono nel settore giovanile.

A seconda della categoria e delle capacità dei giocatori a disposizione, potranno essere modificate alcune regole o il numero di elementi coinvolti, aumentando o diminuendo la complessità della proposta in base alle capacità dei giocatori.

Si tratta di un possesso palla il cui focus principale è tuttavia sulla fase di non possesso, o meglio, sulla fase di transizione negativa, quell’attimo immediata successivo alla perdita del possesso.

Come ci comportiamo a palla persa?

Uno dei compiti dell’allenatore deve essere quello di creare un’identità, principi in cui tutti i giocatori possano riconoscersi.

In questa esercitazione la squadra sarà allenata a ri-aggredire prontamente, impedendo all’avversario di uscire dalla zona di contro-pressing.

Le dimensioni del campo di gioco dipendono come sempre da numerosi fattori, quali:

  • la categoria;
  • le capacità dei giocatori;
  • il giorno della settimana in cui inseriamo l’esercitazione;
  • le condizioni del terreno di gioco.

Come ho detto, l’esercitazione può avere un carico metabolico davvero importante, quindi prestiamo molta attenzione alle dimensioni dello spazio di gioco.

Il campo di gioco viene diviso verticalmente in tre zone di ugual misura, con la zona centrale che viene poi allungata su entrambi i lati per creare due zone di meta (zone arancio).

Il numero di giocatori impiegati in figura è di 8 ma è solamente un dato indicativo.

Sviluppo dello Small sided games

Small sided games con ri-aggressione immediata

Descrizione

Vengono formate due squadre da 3 giocatori ciascuna e scelti 2 jolly nel ruolo di laterali.

La proposta può tuttavia essere sviluppata con numeri maggiori (inferiori lo escluderei), anche se all’aumentare del numero di elementi c’è il rischio che qualche giocatore più “pigro” si nasconda un po’.

Vengono quindi formate due squadre che si muovono liberamente sul campo.

La squadra in fase di possesso si schiera in posizione, assicurando l’occupazione di entrambi i corridoi laterali (grazie anche ai jolly), due vertici (uno basso, uno alto) e un interno.

La squadra in fase di non possesso agisce liberamente.

In fase di possesso l’obiettivo è quello di muovere la sfera tra i due corridoi laterali, guadagnando 1 punto ogni volta.

Attenzione, il punto sarà valido solamente se la palla transita per la zona centrale.

In fase di non possesso l’indicazione è quella di agire insieme per il recupero del pallone.

Sulla riconquista dovranno conquistare una delle due zone di meta conducendovi palla o giocando un passaggio per un compagno.

L’obiettivo di questa regola vuole essere quello di abituare la squadra in fase di non possesso ad uscire dalla zona di contro-pressing, riconoscendo dove la squadra avversaria concede spazi a palla persa.

Di contro, la squadra che ha appena perso il possesso stringe prontamente dentro al campo, cercando un’immediata riconquista.

Nel caso la squadra riesca tuttavia a consolidare il possesso (conquista di una delle due zone di meta), si invertono i compiti delle due squadre.

I jolly partecipano alla fase di riconquista solamente se son loro a sbagliare il passaggio (situazione a questo punto di 5 contro 3).

Focus

Partecipare collettivamente e aggressivamente per il recupero immediato del pallone e uscire dalla zona di contro-pressing.

Attenzione ai tempi di lavoro, dai 4 ai 6 minuti (indicativamente).

Conclusione

Siamo giunti al termine di questo interessante articolo per MisterCalcio.com.

Ti invito a visionare e copiare tutti i miei esercizi, all’interno del tuo profilo MisterCalcio.com.

Ti aspetto!

Ciao,

Diego Franzoso.

Quanto ti è piaciuto l'articolo?
Votalo e dicci cosa ne pensi
1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (12 voti, 4,25 su 5)
Loading...


Hanno già scelto MisterCalcio.com nella versione personalizzata
Roma
Bologna
Hanno già scelto MisterCalcio.com nella versione Super per Società
Bologna
Accademia Allenatori Corsi di Aggiornamento Settore Tecnico FIGC Idea Calcio