Lavoro anaerobico lattacido integrato con la palla (parte2)

22 Dicembre 2022

Ciao a tutti gli amici di MisterCalcio, oggi riprendiamo il discorso del lavoro anaerobico lattacido.

Per chi avesse voglia di approfondire il discorso sotto il punto di vista teorico può leggere il precedente articolo sul Lavoro lattacido e velocità integrati con la palla.

L’esercitazione di oggi è indirizzata sia ad una prima squadra che ad una primavera/juniores e ritengo che possa essere inserita nel secondo giorno settimanale unita ad una serie a secco, ma sempre a regime anaerobico lattacido.

Sviluppo esercitazione:

Sviluppo esercitazione lavoro anaerobico lattacido con palla
Rappresentazione grafica esercitazione

L’esercizio si svolge all’interno di un quadrato di misure 20×20 (se preferite utilizzate un rettangolo di 22×18).

Ipotizziamo di avere a disposizione 20 giocatori di movimento, in modo da poterli dividere in 2 gruppi: uno da 12 e l’altro da 8.

Per il gruppo da 12 l’esercizio prevede 2 serie da 6’ ciascuna con 3’ di recupero fra le serie. Dividiamo i 12 giocatori in 2 squadre da 6. Una squadra avrà l’obiettivo di mantenere il possesso palla, l’altra avrà lo scopo di recuperarla il più velocemente possibile. Dopo la prima serie invertiremo gli obiettivi.

I componenti della squadra che mantiene il possesso palla giocheranno tutti per i 6’ senza pause e a tocchi liberi (regime aerobico, anche se non è il nostro obiettivo); invece la squadra che recupererà la palla cambierà i componenti all’interno del quadrato ogni 20” (sistema anaerobico lattacido).

In pratica all’interno del campetto si creerà un 6vs2. Chi deve conquistare la palla avrà a disposizione 20” per farlo, e in caso ci riuscisse dovrà cercare di mantenerla. Dopo 20”, al fischio, si cambieranno velocemente i 2 “conquistatori”.

Questo lavoro è indirizzato principalmente a chi deve conquistare la palla, quindi dovrà essere fatto alla massima intensità.

Come impostare il lavoro per il secondo gruppo:

Il secondo gruppo, mentre il primo svolge l’esercitazione, può anch’esso fare un’esercitazione anaerobica lattacida a secco, ad esempio con degli sprint di 20”, una sequenza di sprint e rallento, mantenendo i tempi su questo meccanismo energetico; in altro caso può svolgere la stessa esercitazione.

Questo gruppo avrà un numero ridotto di giocatori, ad esempio 8. È quindi possibile sviluppare il lavoro in questo modo: il possesso palla viene fatto da 4 giocatori, mentre chi non è in possesso da 2 avversari che lavoreranno alla riconquista sempre  per 20”. Chiaramente avendo meno giocatori il riposo sarà inferiore rispetto al primo gruppo.

Personalmente, come organizzazione generale, formerei questo gruppo da 8 con i giocatori che nella partita del week end hanno giocato meno o niente, così da farli lavorare di più.

Varianti:

Per questa proposta le varianti possono essere:

– alla conquista della palla invece che mantenerla abbiamo l’obiettivo di andare a fare meta;

– alla conquista della palla non la manteniamo, ma la restituiamo alla squadra in possesso;

– battere il cinque al compagno dopo i 20” prima che entri in campo.

Obiettivi:

L’obiettivo primario è il lavoro atletico in principio anaerobico lattacido con il recupero della palla alla massima intensità.

Ovviamente non è da sottovalutare l’obiettivo secondario: il mantenimento del possesso ed il passaggio fra transizione positiva e negativa e viceversa.

A mio parere è un’esercitazione facile da proporre e da eseguire, ma allo stesso tempo efficace e con un dispendio energetico molto elevato soprattutto se i possessi vengono svolti in maniera reale in modo da far correre e faticare molto chi deve conquistare.

È molto importante, se si vuole aggiungere come seconda serie un lavoro a secco, che il lavoro sia impostato mantenendo i tempi del meccanismo anaerobico lattacido per non uscire dall’obiettivo principale giornaliero.

È infine necessario che non ci sia un solo mister in campo, ma anche un suo collaboratore, in modo da far svolgere il lavoro al secondo gruppo in contemporanea.

Conclusione:

Eccoci al termine di questo mio articolo, spero vi sia piaciuto e continuate a seguirci per leggere le prossime uscite.

Un saluto, Nicolò Galelli.

Quanto ti è piaciuto l'articolo?
Votalo e dicci cosa ne pensi
1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (4 voti, 4,00 su 5)
Loading...


Hanno già scelto MisterCalcio.com nella versione personalizzata
Roma
Bologna
Hanno già scelto MisterCalcio.com nella versione Super per Società
Bologna
Soccer Revolution Corsi di Aggiornamento Settore Tecnico FIGC Idea Calcio