Il gioco di posizione, concetto di separarsi, uomo libero e terzo uomo

18 Novembre 2019

Ciao Mister sono contento di presentare un mio nuovo articolo per MisterCalcio.com, nel quale andrò a parlare del gioco di posizione e dei concetti di separarsi, uomo libero e terzo uomo.

Il gioco di posizione

Il gioco di posizione rappresenta nello stesso tempo, il processo e il prodotto nella crescita della squadra.

Questo perché i suoi principi prevedono alti livelli di collaborazione/cooperazione, che a loro volta retro-alimentano l’ottimizzazione delle strutture del giocatore.

Di seguito descriveremo i principi di riferimento del gioco di posizione, soprattutto dal punto di vista socio-affettivo, anche se la distinzione delle strutture (socio-affettiva, emotivo-volitiva, creativo-espressiva, condizionale, cognitiva e coordinativa), diventa utile solo per motivi descrittivi.

Ti ricordo che nelle prestazioni di sport di squadra, tutte le strutture del giocatore interagiscono tra loro con maggiore o minore intensità, ma mai separatamente.

Separarsi

Mascherano (giocatore argentino), disse che fino all’esperienza con il Liverpool, era abituato a pensare che dare un appoggio al compagno significasse avvicinarsi a chi porta palla.

Al Barcellona invece, gli hanno insegnato che è l’esatto contrario, cioè allontanarsi.

Il principio più contro-intuitivo e difficile da assimilare per un giocatore che si avvicina a questo stile di gioco, perché è difficile pensare di dare un contributo fondamentale (Perarnau).

Queste parole, dal punto di vista socio-affettivo, ci aiutano a comprendere come l’aiuto reciproco non si basa solo su un percorso intuitivo (mi avvicino a chi ha bisogno di aiuto).

Le modalità di comunicazione e interazione si apprendono vivendo il gruppo.

Un gioco che si basa sulla partecipazione collettiva ma senza prescindere dalle qualità individuali, esige che i componenti della squadra, vengano messi in condizione di esprimersi al meglio (a volte scoprendo di saper fare cose che non si pensava di poter fare), che può portare a situazioni nuove e a nuove soluzioni (emergenze).

Centro del gioco e spazio di fase

In generale per aiutare il possessore (e permettergli di assumersi le sue responsabilità) è opportuno allontanarsi da lui e dagli altri compagni in entrambi gli spazi:

  1. Nel centro del gioco, per dare tempo e spazio al possessore, ampliando il centro del gioco stesso e la relativa superficie da difendere da parte degli avversari.
  2. Nello spazio di fase, per offrire linee di passaggio e per occupare zone, potenzialmente pericolose, con meno densità di avversari.

Uomo libero

Essere uomo libero è molto di più che stare soli nel momento di ricevere il pallone. Ha a che vedere con le successive possibili concatenazioni di gioco nel momento di ricevere palla” (Cano).

Robben libero da marcatura

Il gioco di posizione, in fase di possesso, si basa sulla continua ricerca dell’uomo libero (tra le linee e in ampiezza).

Significa saper riconoscere come, quando e dove ricevere la palla in base alla situazione di gioco e alle proprie caratteristiche (comunicazione assertivo-motoria) e le possibilità del possessore (empatia).

Per esempio, ci sono giocatori che possono essere considerati uomini liberi anche quando sono marcati, se marcati “male”, cioè in modo non consono a contrastare le loro qualità.

Chi deve trasmettere palla, quindi, deve essere in grado di capire se il futuro ricevitore sia o no un reale uomo libero, e metterlo in condizione, con un passaggio adeguato, di dare continuità al gioco.

Busquet capisce che le qualità tecniche e la velocità di Messi lo rendono “uomo libero”e gli lascia la palla

Terzo uomo

Il terzo uomo è un mezzo tattico collettivo che cerca di liberare, in ampiezza o in profondità, un giocatore con linea di passaggio ostruita” (Cano).

Il concetto è aiutare (restando fermo, allontanandosi o avvicinandosi), per rimettere in comunicazione i due compagni (il possessore e chi è momentaneamente “coperto”).

E’ una forma di collaborazione utile a rimettere in gioco un compagno temporaneamente fuori dal gioco.

A seguire andiamo a vedere un gioco di posizione molto interessante, che puoi proporre in allenamento al tuo gruppo di ragazzi.

Esercitazione 8 contro 8

Gioco di posizione 8 contro 8

Questo è un gioco di posizione nel quale abbiamo 2 linee da 3 uomini per squadra e 2 esterni offensivi per compagine, quindi ci saranno 8 uomini per l’attacco organizzato e 6 giocatori per la difesa organizzata.

Il corridoio laterale, deve essere sempre occupato da 2 giocatori offensivi, quindi se l’esterno abbandona la zona per circostanze di gioco, il compagno più vicino all’azione, (mezzala o laterale) andrà ad occupare la zona lasciata libera.

La squadra in possesso nel settore centrale, deve realizzare una segnatura e attraverso il gioco può chiamare in causa gli esterni offensivi.

Da questa esercitazione emergeranno i concetti descritti in precedenza:

  • separarsi;
  • uomo libero;
  • terzo uomo.

Gioco di posizione: concetto di separarsi

Gioco di posizione concetto di separarsi

Questa è la prima situazione di gioco nella quale vediamo il concetto di separarsi.

I giocatori blu della squadra in possesso, si separano per offrire linee di passaggio e occupare zone con meno densità.

Inoltre si amplia così il centro di gioco e aumenta la difficoltà di difendere da parte degli avversari.

Gioco di posizione: concetto di uomo libero

Nell’immagine in alto, vediamo rappresentato il concetto di uomo libero.

In questa situazione di gioco, la squadra in possesso, va alla ricerca di un uomo libero.

I compagni del possessore, si muovono attaccando uno spazio in avanti in modo da liberare nuove linee di passaggio.

In questo caso l’uomo libero è costituito dal laterale e dal giocatore tra le linee.

Come vediamo in figura, i giocatori cerchiati in rosso possono ricevere palla grazie al movimento di due dei loro compagni.

Gioco di posizione: terzo uomo

Gioco di posizione terzo uomo

In questa immagine emerge il concetto di terzo uomo.

In questa situazione di gioco vediamo che il portatore di palla blu, trova la giocata verso l’esterno ostruita.

In questo caso, il terzo uomo eseguendo un movimento senza palla fa da tramite per arrivare sull’esterno offensivo.

Sarà proprio lui a trasmettere la palla all’esterno alto in ampiezza.

Conclusione

Siamo giunti al termine di questa prima parte del mio articolo per MisterCalcio.com sul gioco di posizione, che avrà seguito nella prossima pubblicazione.

Puoi trovare questa proposta all’interno del mio profilo su mistercalcio.com

A presto,

Marco Monteleone.

Quanto ti è piaciuto l'articolo?
Votalo e dicci cosa ne pensi
1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (5 voti, 4,40 su 5)
Loading...


Hanno già scelto MisterCalcio.com nella versione personalizzata
Roma
Bologna
Hanno già scelto MisterCalcio.com nella versione Super per Società
Bologna
Accademia Allenatori Corsi di Aggiornamento Settore Tecnico FIGC Idea Calcio