Allenamento giovanile, la forza nei bambini?

6 Agosto 2020

Ciao Mister con gran piacere ti presento un mio nuovo articolo per MisterCalcio.com, nel quale ti parlo dell’allenamento giovanile con aspetti delicati e sensibili come quello della forza nei bambini.

Questo articolo per MisterCalcio.com è un riassunto della Webinar andata in onda il 6 aprile 2020.

Entriamo nel vivo!

La forza in ambito giovanile

L’argomento che andiamo ad affrontare è senza dubbio molto spinoso e si porta dietro molti tabù.

Negli anni 60-70 ci sono stati i primi articoli apparsi sull’allenamento della forza in ambito giovanile, che erano contrari alla forza nei più giovani.

Questa contrarietà si è protratta ad effetto eco negli anni seguenti.

Ma vediamo durante questo mio intervento l’evoluzione delle evidenze scientifiche, le ricerche e gli studi oggi dove ci hanno portato.

Partiamo col dire che noi allenatori dobbiamo lavorare per migliorare e valorizzare al meglio i nostri atleti.

Dove possiamo agire al meglio noi Mister?

Vediamo i 5 pilastri per migliorare il nostro calciatore.

I 5 pilastri per la formazione del calciatore
I 5 pilastri per la formazione del calciatore

Il talento è senza dubbio una dote naturale, sicuramente dobbiamo valorizzarlo.

Possiamo lavorare sulla tecnica e tattica individuale e sulle capacità coordinative e condizionali.

Oggi andiamo ovviamente a prendere in considerazione ed evidenziare il concetto di forza.

Studi scientifici sulla forza

Ricordiamo che i primi studi e articoli dagli anni 60 agli anni 80 sostenevano che lavorare la forza con i più giovani, non solo poteva essere dannoso, ma addirittura era inutile e non produceva effetti positivi.

In realtà dopo questi anni sono usciti numerosi studi che ne invertono la teoria; ovvero l’allenamento sulla forza nell’eta giovanile risulta essere addirittura opportuno.

Allenare la forza in età prepuberale

La forza in età prepuberale
La forza in età prepuberale

Allenare la forza in età prepuberale migliora le capacità atletiche e semplifica la riuscita dei gesti tecnici.

L’allenamento contro resistenze può essere mantenuto più facilmente da adulti, quindi è giusto iniziare da giovani questo percorso.

Allenamenti di forza uniti ad allenamenti aerobici hanno un effetto positivo sul calo ponderale nei bambini.

Lavorare sulla forza nei bambini non agisce sull’ipertrofia, ma piuttosto migliora l’attivazione e coordinazione neuromuscolare.

Dopo svariate settimane di lavoro, la forza nei bambini può aumentare di una buona percentuale grazie agli adattamenti neuromuscolari.

Come allenare la forza

Innanzitutto è corretto avere un giusto rapporto Mister e bambini, massimo 8-10 per allenatore.

Preferire poi esercizi a corpo libero con piccoli attrezzi e concentrasi più sull’abilità tecnica che sul carico.

Eseguire sempre un riscaldamento e defaticamento e lavorare anche su propriocezione, equilibrio e core stability.

Gli allenamenti non devono essere inferiori ai 3 settimanali in giorni non consecutivi.

Una cosa molto importante è definire che tipo di forza allenare in funzione anche della categoria che alleno.

È indispensabile un’adeguata progettazione e super visione del programma di lavoro. Solamente se abbiamo progettato possiamo lavorare sul principio della progressività del carico.

Ma entriamo più nel dettaglio e vediamo esercitazioni di core stability con un esempio dei più semplici come il plank.

Nel link della diretta per MisterCalcio.com che a breve vi condivido, possiamo vedere dei video amatoriali da me girati.

In questi brevi filmati vi mostro esercizi di isometria come il plank, esercitazioni di squat jump e esercitazioni di balzi in lungo, in alto e in basso.

Vi posto a seguire un’esercitazione pratica che ho spesso utilizzato con la mia squadra e che avete forse già letto nel mio articolo per MisterCalcio.com con titolo: “Si fa presto a dire alleniamo la forza“.

Esercitazione sugli avampiedi

Esercitazione sugli avampiedi
Spinte sugli avampiedi

Descrizione

Un esercizio semplice per rinforzare i muscoli del polpaccio, soleo e gastrocnemio che può essere fatto anche senza macchinari particolari con progressione del carico, a livello propedeutico in bipodalico, negli atleti evoluti in monopodalico o con sovraccarico.

Appoggiamo l’avampiede su una pedana, o in mancanza su una base che ci permetta invece di scendere con il tallone, se possibile vicino a una parete o alla rete che ci permetterà di mantenere l’equilibrio e una dinamica verticale.

Spinte dal basso verso l’alto in velocità e ritorno controllato.

Importante durante l’esecuzione la posizione del corpo e ovviamente eseguito dopo un buon riscaldamento.

Tre serie per 4/8 ripetizioni, carico individualizzato.

Ovviamente questa esercitazione, può essere svolta in maniera molto più giocosa per i più piccoli con dovute modifiche da apportare.

Conclusione

Siamo arrivati al termine di questo mio articolo per MisterCalcio.com, riassumendo tutta la diretta del 6 aprile 2020.

Come promesso ecco il video della diretta per MisterCalcio.com che puoi rivedere quando preferisci.

Webinar MisterCalcio.com

Ciao Mister, a presto

Sergio Franco.

Quanto ti è piaciuto l'articolo?
Votalo e dicci cosa ne pensi
1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (8 voti, 5,00 su 5)
Loading...


Hanno già scelto MisterCalcio.com nella versione personalizzata
Roma
Bologna
Hanno già scelto MisterCalcio.com nella versione Super per Società
Bologna
Soccer Revolution Corsi di Aggiornamento Settore Tecnico FIGC Idea Calcio