Situazione di gioco: Conquista delle seconde palle e contrattacco

3 dicembre 2018
Conquista delle seconde palle e contrattacco

Ciao a tutti voi Mister, eccomi di nuovo con la pubblicazione di un mio nuovo articolo che tratta un’esercitazione sulla conquista delle seconde palle e contrattacco.

Situazione di gioco sulle seconde palle e contrattacco

Conquista delle Seconde Palle e Contrattacco

Esercitazione rivolta alle categorie dell’attività agonistica, a partire magari dai giovanissimi secondo anno fino alla prima squadra.

Si tratta di una situazione di gioco di 8 + portiere contro 4+4 che ho portato sul campo con una squadra di allievi.

L’obiettivo dell’esercitazione voleva essere quello di preparare i miei giocatori ad affrontare un tema tattico avversario che stavamo trovando con buona frequenza nelle gare di campionato.

Diverse squadre infatti scelgono di far affidamento su un calcio molto diretto, con lo scopo di conquistare il più velocemente possibile metri di campo.

Lo scopo di noi allenatori non deve essere solamente quello di fornire un’identità alla propria squadra ma anche quello di offrire gli strumenti necessari per frapporsi alle intenzioni dell’avversario.

Sviluppo esercitazione

Il numero di giocatori impiegati è di 17 elementi.

Formiamo infatti due squadre da 8 giocatori ciascuna più un portiere a difesa di una porta regolamentare.

Le dimensioni del campo di gioco sono soggettive e dipendono come sempre da numerosi fattori, quali il livello tecnico-tattico del proprio gruppo, la categoria, il giorno della settimana in cui inseriamo l’esercitazione, ecc.

Indicativamente, circa metà campo di gioco o poco più.

Compiti alternati per le due squadre.

Il portiere, che gioca inizialmente con la squadra arancio, calcia nella zona centrale del campo, distante circa 25 m, cercando di servire uno dei propri compagni che giocano in inferiorità numerica.

Le due squadre infatti sono schierate in questo modo: i blu sono tutti all’interno dello spazio di gioco e disposti in posizione; mentre gli arancio si dividono con 4 elementi all’interno e 4 momentaneamente in attesa all’esterno.

Le due squadre si contendono il possesso iniziale.

L’obiettivo dei blu, che come detto giocano in superiorità numerica, è quello di segnare in una delle due porticine laterali o di ricevere un passaggio nello spazio nella porta centrale (formata da due coni), giocando rigorosamente a 1 tocco.

L’obiettivo degli arancio è invece quello di conquistare palla e verticalizzare alle spalle dei blu, dove questi non possono difendere.

A questo punto gli arancio attaccano indisturbati la porta del portiere avendo a disposizione 1 solo tocco a testa per cercare il gol nel minor tempo possibile.

Ogni volta che la palla esce o in caso di punto per una delle due squadre, il gioco riprende dal portiere che rimette in gioco un altro pallone calciandolo nel mezzo.

Ad ogni nuovo inserimento di un altro pallone si cambiano gli elementi arancio all’interno con quelli all’esterno.

Cambiamo i compiti delle due squadre a tempo.

Conclusione

E anche oggi siamo giunti al termine di questo mio breve articolo.

Vi aspetto numerosi sulla Web-App di MisterCalcio.com per poter visualizzare tutti i miei lavori.

Ciao,

Diego Franzoso.

Condividi i contenuti Mistercalcio.com
Hanno già scelto MisterCalcio.com nella versione personalizzata
Roma
Bologna