Come nasce un’esercitazione: il tempo di gioco

10 Febbraio 2020

Approfondiamo oggi come nasce un’esercitazione, condividendo nel dettaglio concetti legati al tempo di gioco.

Questo articolo odierno per MisterCalcio.com, è la continuazione della precedente Come nasce un’esercitazione: lo spazio di gioco

L’obiettivo di qualsiasi allenamento di calcio è di migliorare ogni singolo giocatore che vi partecipi, in relazione al gioco in generale e al gioco della squadra in particolare.

Quando si prepara un’esercitazione dobbiamo tener conto di molti aspetti, con capacità di scelta e adattamento alle situazioni reali.

Una delle aree di intervento dell’esercitazione è senza dubbio il tempo.

Il tempo di gioco

La gestione del tempo nelle esercitazioni è funzionale agli obiettivi tecnico-tattici e fisici.

Se i giocatori agiscono su spazi di dimensioni ridotte dove cambi di direzione, accelerazioni, frenate e contrasti sono frequenti, sarebbe opportuno frazionare i tempi di gioco per permettere un adeguato recupero.

Anche il periodo della stagione e il giorno del micro-ciclo sono influenti nella scelta del tempo di gioco e di recupero.

Inoltre più aumenta lo spazio e il numero dei partecipanti, minori dovranno essere le interruzioni (avvicinandoci alla naturalezza della competizione).

Un aspetto di fondamentale importanza riguardante il tempo, è la gestione del ciclo di gioco.

A mio parere se vogliamo migliorare un contenuto di una determinata fase di gioco, non possiamo scinderlo da ciò che lo precede e ciò che lo segue: “Attacchiamo come difendiamo e difendiamo come attacchiamo”( cit. Juanma Lillo)

Personalmente eviterei di allenare analiticamente una fase di gioco.

Consiglio di proporre esercitazioni dove chi comincia attaccando, si debba ritrovare a difendere e viceversa.

Ogni esercitazione secondo me dovrebbe essere situazionale, proprio per ricreare tutto quello che si genera in partita.

Questo per iniziare a misurare il tempo di gioco, come un insieme di cicli di difesa e attacco che si susseguono.

Principio della penetrazione

Di seguito ti mostro un’immagine creata con l’editor di MisterCalcio.com

Tempo di gioco

Nella figura vediamo distinte 3 zone orizzontali della stessa dimensione, per evidenziare ancor di più la possibilità di verticalizzare il gioco.

In fase offensiva, questa divisione ci permette di posizionarci dietro la prima linea di pressione, in modo da consentire la penetrazione alle spalle della linea avversaria.

Mister ti mostro a seguire un’esercitazione che ho provato con i miei ragazzi con ottimi risultati.

Esercitazione pratica sul principio della penetrazione

Esercitazione per la penetrazione

Descrizione

Si divide il campo in 3 zone orizzontali di ugual misura.

Si difende in zone assegnate per entrambe le squadre, mentre chi attacca non avendo nessun vincolo, deve cercare superiorità numerica nelle varie zone, attraverso l’ampiezza ma soprattutto dietro le linee di pressione avversaria.

Nel settore avanzato, utilizziamo il tempo come fattore limitante, cercando una finalizzazione entro 5 secondi.

Se ciò non avviene nel tempo stabilito, la squadra in possesso deve abbandonare il settore avanzato per cercare nuove soluzioni di gioco.

Esercitazione per la penetrazione

Descrizione

Nella figura possiamo vedere lo sviluppo di un’azione di gioco dell’esercitazione sul principio della penetrazione.

Il centrale difensivo serve il pallone al terzino e la punta che difende va verso il giocatore in possesso.

Il terzino trasmette il pallone all’interno di centrocampo che si smarca dietro la linea di pressione avversaria.

Il centrocampista di prima intenzione apre per l’esterno alto sempre all’interno del secondo settore.

Quest’ultimo esegue un cross a favore della punta che taglia sul primo palo o dell’esterno che taglia sul secondo palo.

Conclusione

Mister si è conclusa anche la seconda parte di questo mio articolo per MisterCalcio.com.

Ma non finisce qui, perché ci sarà una terza parte, nella quale andrò ad affrontare l’argomento legato al jolly e alle regole di provocazione.

Ti aspetto!

Ciao,

Marco Monteleone.

Quanto ti è piaciuto l'articolo?
Votalo e dicci cosa ne pensi
1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (8 voti, 4,63 su 5)
Loading...


I commenti sono chiusi.

Hanno già scelto MisterCalcio.com nella versione personalizzata
Roma
Bologna
Hanno già scelto MisterCalcio.com nella versione Super per Società
Bologna
Accademia Allenatori Corsi di Aggiornamento Settore Tecnico FIGC Idea Calcio