Partita a tema: uscita dalla zona di costruzione, gestione del possesso e affondo

24 Ottobre 2019

Ciao Mister, oggi ti presento il mio nuovo articolo per MisterCalcio.com che tratta una partita a tema in costruzione e gestione del possesso con affondo.

Partita a tema, costruzione, gestione del possesso e affondo

Esercitazione rivolta principalmente alle categorie dell’attività agonistica, dai giovanissimi agli adulti, e che personalmente ho infatti utilizzato con squadre di allievi e appunto giovanissimi.

Proposta che solitamente inserisco nella fase finale della seduta d’allenamento.

A seconda della categoria e del livello tecnico-tattico della rosa, andrà valutata la possibilità di semplificare alcune regole o di modificarne altre.

Potrebbe infatti rivelarsi estremamente complessa per alcuni e poco per altri.

Si tratta di una partita a tema che vuole allenare alcuni principi di gioco relativi alla fase di possesso.

Partita a tema che andrà inserita a completamento di una seduta d’allenamento che riprenda obiettivi inerenti.

Gli obiettivi della proposta possono essere davvero numerosi, viste anche le possibili varianti.

Ogni allenatore adatterà l’esercitazione in base alle proprie necessità.

Personalmente ho scelto di ideare la proposta principalmente per:

  • l’uscita dalla zona di costruzione;
  • lo scaglionamento a differenti altezze nella zona centrale del campo;
  • l’utilizzo della zona centrale del campo;
  • la gestione del possesso per vie orizzontali;
  • dalla gestione del possesso allo sviluppo offensivo.

Naturalmente, a seconda della categoria, alcuni obiettivi risulteranno più inerenti di altri per la propria squadra.

Le dimensioni dello spazio di gioco dipendono da numerosi fattori, quali soprattutto il livello tecnico-tattico del gruppo, le condizioni del terreno di gioco, la categoria di riferimento, il numero di elementi coinvolti e il giorno della settimana in cui viene inserita l’esercitazione.

Partita a tema costruzione, possesso e affondo

Partita a tema con uscita dalla zona di costruzione, gestione del possesso e affondo

Campo di gioco diviso orizzontalmente in tre zone di uguali dimensioni.

Nella zona centrale viene poi delimitato un rombo piuttosto ampio.

Infine vengono collocate alcune sagome per delimitare l’ingresso nelle due zone più esterne e per il rombo centrale.

Due porte regolamentari vengono posizionate sulle due linee di fondo campo.

Il numero di giocatori impiegati in figura è di 19, formando due squadre da 8 giocatori ciascuna più portiere.

In caso di disparità numerica possibilità di collocare 1 jolly.

Il numero resta comunque solamente indicativo, potendo aumentare o diminuire gli elementi coinvolti.

Giocatori schierati in posizione e inizialmente zonati in fase di possesso.

In fase di non possesso si difende esclusivamente nella propria zona.

Le due squadre vengono schierate con un 1-2-4-2.

Nella prima zona di costruzione iniziale situazione di parità numerica, col portiere che tuttavia assicura superiorità numerica.

Possibilità di far abbassare uno o più centrocampisti (il jolly è un centrocampista a tutti gli effetti), della squadra in fase di possesso per favorire l’uscita del pallone.

Ricordiamo che si difende invece esclusivamente nel proprio settore.

Uscire dalla prima zona di costruzione il più velocemente possibile, trovando un passaggio nel rombo centrale.

Nel rombo centrale possono muoversi tutti gli elementi che giocano nella zona centrale.

Perché utilizzare la zona centrale?

Se da un lato è vero che la zona centrale del campo è quella solitamente meglio controllata dalla squadra avversaria, in fase di non possesso, è altrettanto vero che questa rappresenta la via più diretta e veloce verso la porta avversaria.

Inoltre, dalla zona centrale, posso collegarmi molto più facilmente con tutte le altre zone del campo.

Trovato un passaggio nel rombo centrale, l’obiettivo diventa quello di muovere la sfera sulle due zone laterali di centrocampo prima di poter segnare.

Perché l’inserimento di questa regola?

Personalmente volevo togliere un po’ di verticalità alla squadra, troppo spesso verticale e quindi disunita in fase di attacco organizzato.

Mossa palla in attacco, possibilità di far inserire 1 o 2 centrocampisti, allo scopo di attaccare in superiorità numerica, e concludere l’azione nel minor tempo possibile.

Ci sono 10 secondi a disposizione per concludere l’azione una volta entrati in zona d’attacco.

Varianti:

  • si può difendere di una zona in avanti rispetto al proprio settore. I difensori possono difendere anche a centrocampo e i centrocampisti in attacco;
  • si può difendere di una zona indietro rispetto al proprio settore. Gli attaccanti possono ripiegare a centrocampo e i centrocampisti in difesa;
  • trovato il passaggio nel rombo centrale, possibilità di attaccare la porta avversaria.

Conclusione

Mister ti aspetto all’interno della Web-App di MisterCalcio.com in modo da poter vedere tutte le mie esercitazioni e anche per un confronto diretto.

Ciao,

Diego Franzoso.

Quanto ti è piaciuto l'articolo?
Votalo e dicci cosa ne pensi
1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (8 voti, 4,63 su 5)
Loading...


Hanno già scelto MisterCalcio.com nella versione personalizzata
Roma
Bologna
Hanno già scelto MisterCalcio.com nella versione Super per Società
Bologna
Accademia Allenatori Corsi di Aggiornamento Settore Tecnico FIGC Idea Calcio